Diario dei sogni

Pagina 1 di 17 1, 2, 3 ... 9 ... 17  Seguente

Andare in basso

Diario dei sogni

Messaggio  Randolph Carter il Mer Feb 17, 2010 2:12 am

Sotto suggerimento del nostro primo utente attivo [Brynn] , ecco una versione digitale di un ipotetico "diario dei sogni" collettivo, il cui scopo è di poter annotare in maniera anche grossolana i vostri sogni che al momento vi sembrano insignificanti, prima che essi vengano dimenticati.
E' una preziosa risorsa data la tendenza a dimenticare i sogni meno incisivi e con un pò di fortuna ed un pò di tempo forse qualche sogno potrebbe rivelarsi più di quello che sembrava.
avatar
Randolph Carter
Admin

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 04.01.10
Età : 36
Località : Firenze

Visualizza il profilo http://archiviodeisogni.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

notte del 17 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Feb 17, 2010 4:22 pm

Ho sognato di nuovo una variante del tema "fine del mondo".
Vedi il relativo post

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

mattina del 17 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Feb 17, 2010 4:29 pm

Ero iscritta con un amico in una sorta di scuola/collegio/università.
Una strega che viveva fuori ci voleva spaventare, questa strega aveva diversi alleati tra i nostri compagni di corso e voleva darci un senso di "essere braccati".
La scuola era a più piani e al primo piano c'era anche un bel mercatino etnico/artigianale.
In vendita c'erano diversi vestiti-tuniche di stampo etnico con diversi simboli.
Mi piaceva quello con sfumature color rosso e il simbolo dell'aquila, e me lo sono comprato.
Sinceramente non so perchè, dato che nella realtà non è mai stato un simbolo che mi attragga.
Al rosso preferisco il verde, preferibilmente verde acqua.
E come simbolo avrei scelto l'albero della vita, di sicuro non l'aquila.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 18 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Feb 19, 2010 12:51 am

1 sogno:
Ho parlato con mio fratello (vedi sogni ricorrenti) non ricordo cosa ci siamo detti.
2 sogno:
Sono andata dal parrucchiere per sistemare le doppie punte: il parrucchiere mi ha colorato i capelli di castano scuro e mi ha fatto un orribile taglio a scodella con la frangetta Sad Ero disperata... i miei bei capelli biondi lunghi sigh!
3 sogno:
Ero in Grecia con mio marito, sulla spiaggia, era appena scesa la sera e facevamo il bagno, il mare era mosso e scuro nella luce della sera però lo sentivo sicuro e pulito ^^

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 19 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Sab Feb 20, 2010 12:20 am

1 sogno:
Ho sognato che eravamo entrati in guerra.
Aiutavo anch'io ed ero all'interno di un palazzo di vetro (di quelli stile holding) dove avevo l'alloggio e a volte cucinavo per tutti (non come lavoro ma come hobby, come se potessi starmene senza far nulla).
Ho preparato due ricette per i "colleghi" militari: le verze alla cioccolata (non so manco se esiste come ricetta e immagino facciano schifo O_o') e la pasta con le melanzane e i pomodorini ciliegia.
L'edificio era una sorta di quartier generale militare, dentro era in stile ottocentesco, fuori era moderno.
Persino l'ascensore aveva il pavimento in legno antico.
All'ultimo piano vi era anche un centro commerciale molto grande.
2 sogno:
Questo è ricorrente: sono entrata in una profumeria e cercavo un profumo che non esiste ma del quale nel sogno ricordo la forma della boccetta e la fragranza.
Lo cerco spesso in molti sogni ma un profumo simile non esiste.
Assieme a questo che non esiste negli scaffali ci sono anche molte altre profumazioni e marche che esistevano ma che non si trovano più in commercio.
3 sogno:
Ho preso l'aereo e sono andata con mio marito in vacanza in alcune isole tropicali tipo polinesia.
Anche questo è ricorrente.
La cosa strana è che in ogni sogno la mia mente le colloca nella zona attorno al Polo Nord pur essendo tropicali, con spiaggia bianca e con all'interno degli atolli una bella foresta pluviale ricca di animali e specie sconosciute.
Attorno alle spiagge vi sono i resort e i ristoranti-caffè in stile austriaco.
In questo sogno era pieno di turisti francesi e parlavo loro benissimo in francese (l'ho studiato ma nel mondo reale lo parlo in maniera pessima), ricordo che mi lamentavo con una signora per lo stato in cui versava il parco-giardino vittoriano del caffè con la vegetazione incolta e le statue dei leoni alati lasciati a se stessi che si stavano sgretolando. Inoltre non riuscivamo a trovare la toilette nonostante le indicazioni con le frecce.
Dopo sono andata con mio marito a fare il bagno immergendomi nella laguna dalla spiaggia bianchissima e il mare cristallino ^^

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 20 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Dom Feb 21, 2010 12:17 am

vari sogni frammentati che non ricordo

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 21 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Dom Feb 21, 2010 9:19 pm

1 sogno:
Ho sognato di nuovo mio fratello. Parlavamo, non ricordo cosa ci siamo detti.
2 sogno:
Ho sognato di giocare a Yu-Gi-Oh! e di provare nuove strategie per il deck Fedeli della Luce.
Il sogno è facilmente spiegabile col fatto che ci gioco veramente e la sera prima ho preparato deck e side "Fedeli della Luce" perchè oggi c'era un torneo ^^

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 22 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Feb 22, 2010 11:17 pm

1- sogno:
Ho sognato di nuovo mio fratello. Abbiamo parlato molto, non ricordo cosa ci siamo detti.
2- sogno:
Ho sognato di andare in un bar del Viale della mia città.
La posizione era uguale a quello reale ma dentro era diverso.
Nel sogno ero cliente abituale.
Prendevo sempre un caffè nero.
C'erano due camerieri e uno di essi era tanto gentile che oltre al caffè mi dava anche un piattino con 4 piccole praline artigianali, due ricoperte di cioccolata alla nocciola con il ripieno di cioccolata bianca e due alla cioccolata ricoperte di granella di nocciola (adoro la nocciola, anche nella realtà ^^).
Il cameriere meno gentile si rivolge al cameriere più cordiale e gli dice:
"Non familiarizzare troppo con lei, è pericolosa, non è come noi, se volesse avrebbe il potere di conquistare il mondo".
Il cameriere gentile lo guarda con un' espressione che vuole dire "non hai capito nulla di come è fatta questa ragazza".
Al che mangiando le mie praline rispondo al cameriere maleducato:
"Conquistare il mondo? E chi potrebbe mai volere una cosa simile, è roba da sfigati frustrati con una bassa considerazione di se stessi. Il potere come lo intende lei è solo una rottura, io voglio vivere essendo libera, facendo le cose che mi piacciono, godendomela ogni minuto della mia esistenza. Io amo oziare. Certo, quando sarà il momento userò le mie abilità per salvare il mondo, sono qua per questo, ma fino a quel momento voglio spassarmela e grattarmi!!!"
Al che il cameriere gentile guarda il collega e gli fa:
"Visto, che ti dicevo? E' come dice Diogene."

Da sveglia ho pensato a chi potesse essere tale Diogene e mi è venuto in mente il famoso filosofo. Però a quanto ricordo non esaltava la bellezza dell'ozio... bhooo forse mi sbaglio, d'altronde ho fatto giurisprudenza, non filosofia ^^

3- sogno:
Sono al lavoro.
Il palazzo dove lavoro ha un'architettura diversa ma le mie mansioni sono sempre le stesse.
Stacco per andare in pausa 5 minuti e salgo al 4 piano per starmene da sola (anche nella vita reale sono asociale) e andare al bagno.
Entro nella toilette e la trovo pienissima!!! Mi spiegano che stanno facendo riunione sindacale nel wc O_o'
Chiedo gentilemnte se potrebbero lasciarmi almeno usare il gabinetto visto che mi scappa la pipì.
Mi dicono che non ci sono problemi e mi fanno passare.
Trovo però i wc tutti accostati senza muri divisori e porte!!!
Praticamente avrei dovuto fare la pipì in pubblico...
La cosa mi imbarazza tantissimo, li ringrazio e me ne vado mentre loro continuano a fare riunione sindacale come se niente fosse O_o'
Al che mi sveglio.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 23 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Feb 23, 2010 7:17 pm

1 sogno:
Ho parlato di nuovo molto con mio fratello, come al solito non ricordo cosa ci siamo detti.
2 sogno:
Anche questo per l'archetipo è abbastanza ricorrente.
Si collega anche con sogni precedenti dello stesso tema (diploma di maturità).
Praticamente a periodi sogno che sono di nuovo iscritta all'ultimo anno di liceo (con gli stessi compagni di classe tra l'altro!!!) poichè a mia madre non è andato bene il voto che ho preso al diploma, lo giudica troppo basso e mi ha fatta iscrivere di nuovo per migliorarlo.
Nei vari sogni il problema è che sono anche all'università, quindi studio quello e non il programma di quinta superiore, così arrivo all'esame di diploma impreparata e con molte assenze.
Nella versione di ieri sono iscritta all'ultimo anno di liceo e anche lavoro (stesso lavoro della realtà), e stavolta non so come ma riesco a prepararmi!!!
Come materie scelte voglio portare fiosofia e storia dell'arte (mai fatta storia dell'arte in vita mia...).
Mi rendo conto però, che l'esame sarà di mattina, e io di mattina devo lavorare, quindi dovrei prendere un permesso per studio.
Il problema è che se prendessi un permesso per studio, per ridare l'esame di quinta liceo, sul lavoro potrebbero pensare che i titoli di studio depositati all'atto dell'assunzione non sono realmente conseguiti, quando non è così!!!
Al che vado in panico e penso:
"No, basta, chi se ne frega di quello che pensa mia madre, io l'esame di maturità di nuovo non lo do!"
Telefono così a mio padre e gli spiego la situazione, la mia presa di posizione è irrevocabile.
Chiamo quindi mia sorella più grande (lei al contrario del fratello esiste veramente anche se è una sorella acquisita ^^) e spiego la situazione anche a lei.
Mia sorella mi risponde:
"Tu hai sempre vissuto come volevi, io invece ho sempre fatto quello che gli altri si aspettavano facessi".
Stupita le dico:
"Ma non è vero, anzi, da piccola eri tu quella più anticonformista e furba. Ai nostri genitori dicevi sempre "si si" e dopo li ignoravi continuando a fare quello che volevi, io invece mi opponevo, caldeggiavo le mie idee, esprimevo il mio disaccordo e poi finivo sempre in punizione e senza possibilità di fare quello che volevo."

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 24 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Feb 24, 2010 11:34 am

Vari sogni frammentari che non ricordo con un denominatore comune: lo stare a dieta e il dimagrire O_o'


Ultima modifica di Brynn Andersen il Gio Feb 25, 2010 12:13 pm, modificato 1 volta

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 25 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Feb 25, 2010 12:13 pm

sogno 1:
Ho sognato di nuovo mio fratello, come al solito abbiamo parlato molto ma non ricordo cosa ci siamo detti.
Stavolta però c'è una variante: sono riuscita a vedere che portava un simbolo.
Era stilizzato ma ricordava la circonferenza di un semicerchio superiore, dalla quale, al centro e cioè nel punto più alto si innalzava una linea retta.
Dopo che abbiamo parlato stavolta mi ha abbracciata e mi ha tenuta stretta a sè per diverso tempo.
Ricordo che provavo una sensazione di pace sicurezza protezione e tranquillità immensa, mi sembrava che nulla potesse farmi del male.

sogno2:
Sono sulla riva del mare, il mare è pulito e cristallino ma è pieno zeppo di mobili in legno che galleggiano.
Capisco che c'è stata una qualche catastrofe nelle terre attorno, un'alluvione credo, uno tsunami, qualcosa comunque di connesso all'acqua.
Sono triste, ma non per la gente di quei territori, non me ne importa nulla, sono triste per il mare che è pieno di corpi estranei (i mobili in legno).
Mio marito mi dice:
"Non ti preoccupare, li raccoglieremo tutti, li faremo asciugare e poi li segherò così faremo tanta legna per il camino".
Lo guardo, gli sorrido, poi mi volto e vedo il mandorlo del mio giardino che sta fiorendo.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 26 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Feb 26, 2010 7:51 pm

1 sogno:
Sono a una festa con mio fratello (vedi sempre sogni ricorrenti per la questione del fratello che nella realtà non esiste).
Nel sogno conosco tutte le persone presenti, sono quasi tutti miei amici (ma nella realtà non conosco nessuno).
E' però la festa di un tipo che mi sta altamente odioso, però nel sogno devo essere là per far piacere agli altri.
Considero il festeggiato stupido, meschino e antipatico, tradotto in parole "reali" un vero stronzo.
Nella realtà non andrei mai alla festa di qualcuno che non sopporto.
Il festeggiato odioso è moro con gli occhi blu, per capirci fisicamente assomiglia molto al tipo che fa Tarzan nella pubblicità delle Gocciole Mulino Bianco.
Nella salone delle feste ci sono un sacco di schermi affissi sui muri, e trasmettono quello che trasmette la tv del mondo reale: calcio, show, reality...
Al festeggiato questi programmi piacciono un sacco e ciò conferma la mia pessima opinione su di lui.
Guardo uno schermo che trasmette calcio e penso:
"Bha gioco truccato per stupida gente che non ha niente di meglio per cui gioire e si lascia fregare così".
Guardo uno schermo che trasmette un programma d'intrattenimento pieno di belle donne e penso:
"Che tristezza, questa non è la vera bellezza, è tutto falso".
Notare che non mi riferisco alla chirurgia estetica (nella realtà non sono contraria ad essa se serve), ma il mio è un discorso più profondo che esamina gli animi della gente che si vede.
Guardo un terzo schermo dove diverse persone discutono e penso:
"Non riesco a vedere tutto ciò, è la morte delle passioni, dei sentimenti e delle emozioni, è tutto costruito".
Quindi prendo l'iniziativa, chiudo tutti i monitor e metto su un programma di karaoke, prendo il microfono e mi metto a cantare "Primavera" di Marina Rei.
Gradiscono tutti tranne il festeggiato che, stizzito perchè ho levato la panoramica sui suoi programmi idioti mi interrompe alla strofa "respiriamo l'aria e viviamo aspettando primavera" e mi aggredisce.
Letteramente... mi mette proprio le mani addosso!!!
Al che mio fratello si incazza (e scrivo proprio incazza perchè è il termine più adatto, non è arrabbiato, è proprio incazzato nero) e dice:
"Non toccare mia sorella!!!" e dicendo questo gli tira un cazzotto ben piazzato che lo stende a terra e lo fa sanguinare.
Noto che gli altri se lo aspettavano, so che mio fratello è buono e benvoluto da tutti, ma so anche che quando qualcuno tenta di farmi del male diventa una furia.
Al che mi prende sottobraccio col tipo ancora steso per terra e mi fa:
"Vieni sorellina, andiamo via."

2 sogno:
Sono nella mia città e c'è in corso una sorta di glaciazione.
La tempesta di neve copre tutto e so che in tutto il mondo è così.
Sono sulla cima di un edificio in centro con altre tre ragazze, so che sono mie allieve per l'insegnamento delle arti magiche.
Le guardo: hanno un carattere particolare, difficile, non sono nè devote nè malleabili ma va bene così.
Ho sempre apprezzato una forte individualità accompagnata da doti d'intelligenza e particolarità.
Preferisco una persona col carattere difficile ma interiormente ricco che qualcuno di più malleabile, adattabile e che si conforma alle cose richieste (anche nella realtà è così).
Guardo in basso: è tutto coperto di neve e il traffico è praticamente impossibile.
Decido quindi di innalzarmi in volo.
Da notare che stavolta il volo è diverso in quanto mi concentro e faccio apparire sulla schiena due ali enormi da uccello, piumate, di colore nero/argento (in altri sogni non era mai capitato, volo sempre in forma normale).
Fisicamente sono sempre io ma con queste ali, ricordo un po' le arpie (immagino di essere stata influenzata da mio marito che a casa a volte mi chiama arpia per via del mio carattere ^^).
Spicco quindi il volo e invito le tre ragazze a fare altrettanto: anche a loro appaiono le ali e mi seguono.
Sorvoliamo il paesaggio e vediamo disastri assurdi: pullman che cadono nei burroni, città completamente isolate...
Arriviamo a una valle con delle cascate altissime a più "balze" e so che dobbiamo atterrare là per combattere.
Combatteremo usando la magia.

3 sogno:
Sono di nuovo con mio fratello e parliamo. Non ricordo cosa ci siamo detti.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 27 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Sab Feb 27, 2010 7:20 pm

Sono con diversi amici/alleati in un posto che nel sogno so essere Creta (ma oniricamente è diversa dalla realtà).
Stiamo combattendo contro altre persone, un'altra fazione.
Scappiamo, ci nascondiamo e colpiamo quando meno se lo aspettano.
Combattiamo con la magia.
Ci sono due persone dell'altra fazione che ci trovano, un ragazzo di nome Paolo e una ragazza.
Li convinco a cambiare gruppo e a combattere con noi spiegando loro le nostre ragioni.
Alla ragazza insegno a usare la magia.
Ho difficoltà a lanciare delle belle palle di fuoco, perchè esplodendo ad area rischio di colpire anche i nostri alleati.
Così devo calibrare il mio potere e fare delle fireballine piccole piccole, ma non sono efficaci come quelle solite.
Oltre alle palle di fuoco lancio anche i dardi incantati che non danno problemi di esplosione ad area ma colpiscono ad personam (nella scelta onirica delle magie salta fuori la giocatrice di D&D quale sono ^^).
Purtroppo un nemico mi colpisce alle spalle con un dardo soporifero che mi si conficca nella schiena.
Mi giro e faccio in tempo a vederlo: ha l'aspetto di un maschio meridionale siciliano rubicondo di mezza età e indossa dei vestiti chiari tipo film storico di mafia americano.
L'anestetico/sonnifero fa effetto subito e crollo a terra addormentata/svenuta.
Come mi addormento nel sogno mi sveglio nella realtà.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 28 febbraio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Dom Feb 28, 2010 1:43 pm

1 sogno:
Sono al lavoro (quello reale) e mi propongono un cambio di mansioni che ovviamente accetto, mi mandano in war room (esiste veramente una sezione dell'azienda che si chiama così).

2 sogno:
Mi sveglio in una villa, sono legata a una sedia con anche le mani legate dietro alla schiena, capisco che mi hanno drogata/anestetizzata, ho la mente annebbiata.
Mi guardo attorno, fuori si vede un giardino tenuto abbastanza male con due piscine, una più piccola e una più grande, sono entrambe senz'acqua, è tristissimo vederle così vuote.
Attorno a me ci sono delle persone, capisco che fanno parte della criminalità organizzata.
Il loro capo è un umano bellissimo, dice che si chiama Lucifero e che mi ha fatta portare là perchè ha bisogno di una mano da parte mia e devo ascoltare le sue ragioni.
Mi enuncia le sue ragioni e i suoi progetti (che non ricordo).
Pur non ricordando cosa mi ha detto so che non condivido quello che dice, non capisco se perchè i suoi discorsi mi disgustano o se perchè i miei obiettivi e i suoi non collimano, evidentemente abbiamo interessi diversi.
Forse si tratta di entrambe le cose, non so, deve essere colpa delle droghe che mi hanno dato per tenermi buona.
Lo zaino ai miei piedi rotola e si apre ed è pieno zeppo di quelli che per me sono stupefacenti.
Non ricordo bene ma mi sembra di averli raccolti per qualche motivo, non capisco se avevo intenzione di darmi allo spaccio oppure se volevo requisirli e portarli da chi di dovere, purtroppo ho la mente annebbiata.
Certamente sono contraria all'utilizzo di droghe (anche nella realtà), credo che ti inibiscano i poteri magici e le facoltà percettive, infatti non riesco a fare nulla in questo stato.
Emotivamente sono furiosa, anche se non riesco a dimostrarlo perchè sono abbastanza KO fisicamente.
Questo tizio mi ha fatta portare qui per un motivo così futile.
Lo trovo veramente meschino. Dice che ha bisogno di una mano e che voleva parlare con me ma mi ha drogata e anestetizzata per precauzione. Una persona non meschina mi avrebbe parlato da pari a pari, senza neutralizzare il mio potere. Sono davvero adirata. Tutto ciò è una seccatura enorme.
Non sono preoccupata, so che me la caverò e che non può farmi del male, ma mi da fastidio la situazione e l'essere legata così.
Poi mi sveglio.

3 sogno:
E' la continuazione del primo (fatto qualche ora dopo il risveglio).
Sono sempre nella villa legata sulla sedia e ancora sotto l'effetto di droghe.
I tizi al momento non ci sono.
In quel momento arriva un branco di cinghiali che sfonda l'entrata della villa, sono tantissimi e iniziano a devastare la villa e il giardino.
Il cinghiale più grosso si avvicina a me grufolando tutto contento e inizia a darmi dei bacini/leccate sul viso.
Come fa questo sparisce immediatamente l'effetto delle droghe e la mia mente non è più annebbiata.
Gioisco e mi libero con la sola forza di volontà: desidero essere libera e lo sono.
Ringrazio il cinghiale grosso abbracciandolo, accarezzandolo e dandogli tanti bacini,
lui continua a grufolare tutto felice.
Mi sveglio di soprassalto perchè mio marito fa casino in cucina preparando la colazione e sgridando i gattini che tentano di mangiarsela al posto suo ^^

nota: credo di aver sognato cinghiali perchè ieri sera ho visto asterix e obelix X_x'

4 sogno:
Vado a trovare un mio caro amico nel suo studio legale (sia l'amico che lo studio esistono veramente).
Lo studio è posizionato nell'esatto punto della realtà, ma l'interno e gli arredi sono diversi, tra l'altro usa un computer, cosa inconcepibile nella realtà dato il rifiuto che ha per l'informatica e i mezzi di comunicazione odierni.
Trovo una delle mie più care amiche (sin dall'infanzia) che si è messa a lavorare là.
Mi sembra una cosa normale (ma nella realtà è una dentista, non un avvocato) la abbraccio felice di vederla.
Mi dice che si è aggiunto anche un nuovo collega che di cognome fa SONDARP (mai sentito in vita mia nella realtà un cognome simile) ma al momento non è in studio.
Mi racconta che stanno tutti lavorando su un progetto che prevede l'utilizzo dei palloni areostatici come mezzo di trasporto di massa, sostitutivo e non inquinante e che stanno appunto esaminando gli aspetti legali della questione.
Saluto il mio amico che mi dice:
"Visto che bei cambiamenti? E' tutto praticamente perfetto, manca solo Brynn tra i legali che lavorano qua, peccato che hai scelto un altro sbocco". (Mi chiama proprio Brynn, anche se non ha mai saputo il nikname che utilizzo dai tempi di Ultima Online).
Sono felice che mi dica così, so che mi ha sempre considerata molto intelligente e la stima è sempre stata reciproca.
Gli dico:
"Ti ringrazio e sono felice, ma mi trovo bene col mio lavoro, e poi con la crisi economica che c'è preferisco essere un lavoratore dipendente piuttosto che una libera professionista."

Poi mi sveglio

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 1 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Mar 01, 2010 6:54 pm

1 sogno:
Sono su una piana.
E' enorme, l'erba è verde e fresca, appena spuntata e rinata.
Ci sono due fazioni: una opposta all'altra.
Io faccio parte di una di esse.
Stiamo combattendo.
Accanto a me c'è mio fratello, combattiamo assieme.
C'è anche altra gente che conosco (ma nella realtà non so chi siano, nei sogni però li riconosco, li conosco da tantissimo tempo).
Io combatto con la magia, mio fratello usa sia la magia che la spada.
E' veramente sgravo, un vero esperto del combattimento.
Anch'io sono brava ma non sono al suo livello.
Penso che sia normale perchè lui è il maggiore ed ha più esperienza.
Non voglio però essergli di peso, voglio essere almeno pari a lui.
Così mi sforzo di essere più brava e più efficace.
Funziona ma mi stanco a combattere ancora più intensamente.
Però continuo a farlo.
Mio fratello mi guarda e mi sorride, capisco che è contento che ci sia anch'io e che si è reso conto del mio sforzo per eguagliarlo.
Capisco anche che pensa che non è necessario che mi sforzi così tanto, però io voglio farlo lo stesso.
Gli sorrido anch'io e continuo a combattere lanciando i miei incantesimi.

Durante la notte mi sveglio più e più volte, sono stanca fisicamente anche nella realtà, ma ripeto lo stesso identico sogno per circa 7 volte durante la notte e mi sveglio sempre più stanca.

2 sogno:
Sono a lavorare e mi arriva una comunicazione che mi spostano d'ufficio e mi mandano a lavorare in Back Office (magari succedesse davvero ^^).

3 sogno:
Sono al lavoro, non mi rendo conto di stare sognando e mi sorbisco un'assicurata per 50 minuti facendo la gentile la cordiale e la disponibile, ma dentro di me penso "Ma guarda se devo perdere tempo così con sta deficente che non capisce nemmeno le cose più elementari, che palle!!! E stanotte ho pure combattuto un casino, sono stanchissima!!!"

4 sogno:
Sto andando con mio marito e altri amici conosciuti su Ultima Online a Bari, andiamo a trovare il nostro amico Maeglin (lo chiamo proprio così, col nick di Uol, d'altronde lo faccio anche nella realtà).
La città di Bari del sogno è stranissima: c'è un mare stupendo blu cobalto e poche costruzioni tipo grattacieli moderni altissimi con le fondamenta nel mare, il mare è pulitissimo, di un blu cobalto intenso e brillante, ed è molto profondo.
Non ci sono strade, i grattacieli sono collegati da quello che potremmo definire un sistema di enormi acquascivoli.
La gente li scende per andare a fare il bagno in mare e li sale per spostarsi da un grattacielo all'altro (sono molto distanti uno dall'altro).
Troviamo con l'indirizzo il grattacielo coretto dove il nostro amico ha l'appartamento ed entriamo.
Dentro ci sono 4 settori con 4 scale (denominate A, B, C e D), i relativi piani e poi ci sono i numeri degli appartamenti.
Ci mettiamo un casino per trovare l'ascensore della scala giusta ma alla fine lo troviamo, il nostro amico sta alla scala C 16esimo livello.
Saliamo, gli ascensori non si muovono solo in verticale ma anche in orizzontale attraverso diversi canali e corridoi (questo fatto degli ascensori che si muovono in diverse direzioni è ricorrente in molti miei sogni) e sono trasparenti.
Arriviamo al piano corretto ma il nostro amico non è in casa.
Usciamo su una terrazza e lo vediamo a circa 300 metri che sta facendo il bagno beato nell'acqua profonda color cobalto.
A sinistra c'è uno di quegli scivoli, quindi saliamo e lo prendiamo, ma non per scendere: per salire.
Ci porterà ad una sorta di ultimo piano tipo centro commerciale.
Capisco che aspetteremo là il nostro amico quando tornerà dalla nuotata.
Ci sediamo uno dietro l'altro e cominciamo a salire lo scivolo seduti all'indietro (funziona tipo nastro trasportatore).
Mi godo il panorama, è bellissimo, il mare è stupendo, vedo tutti i grattacieli e il sistema di acquascivoli nel dettaglio.
Mi fa però un po' paura, l'altezza è enorme, potrei cadere giù.
Non ho paura di cadere in mare: so per certo che il mare è amico mio, non mi farebbe mai del male.
Ma nello zainetto ho un sacco di oggetti elettronici moderni, come il cellulare e se cado e si bagnano potrei prendere la scossa.
Comunque alla fine ci fermiamo: siamo arrivati su.
Si apre un portellone e siamo all'ultimo piano.
Lo passo e la scena cambia.
Nel senso che non sono più con mio marito e i miei amici di prima ma sono con una mia amica (che nella realtà non conosco ma nel sogno è mia amica e riconosco).
La mia amica potrebbe essere mia madre come età, è infatti sulla cinquantina, bionda e rotondetta, capelli lunghi, però mi dà la sensazione di avere qualcosa a che fare con mia nonna (mia nonna non le assomigliava).
Siamo appunto in questo centro commerciale all'ultimo piano che è strutturato tipo mercatino artigianale con bancarelle piene di cose belle.
Mi rendo conto di essere in un sogno e lo fa anche lei, parliamo proprio di questo.
Allora decido di provare un esperimento: essendo convinta che ognuna di noi percepisce le cose in modo diverso inizio a farle delle domande:
"Di che colore vedi la riga alla base della parete?"
Io la vedo rossa e lei mi risponde rossa.
"Di che colore vedi il soffitto?"
Io lo vedo grigio azzurro e lei mi risponde grigio azzurro.
Chiedo anche altre cose e mi rendo conto che vede tutto esattamente come me.
Decido quindi di provare un altra cosa: cambierò il colore della striscia alla base della parete!
Mi concentro e voglio che diventi viola: non succede nulla e infatti la mia amica mi dice:
"E' sempre rossa"
Mi viene un lampo di genio e capisco che non devo cambiare il colore alla striscia ma devo pensare:
"Io percepisco la linea come viola"
E infatti la linea cambia colore, vedo proprio la gradazione di colore che muta trasformandosi da rosso a viola!!!
Chiedo alla mia amica di che colore la vede e risponde:
"Viola, ci sei riuscita!!!"
Contenta le dico che adesso possiamo anche andare a vedere le bancarelle.
Ce n'è una di pane fresco artigianale con i semi di papavero che emana dei profumi deliziosi.
Più avanti la mia attenzione viene attratta da una bancarella di lavorazione del cuoio: ci sono dei bellissimi bracciali di cuoio scuro intrecciato dove se vuoi l'artigiano ti incide il nome e ti applica delle borchie o dei decori personalizzati.
Indico i bracciali alla mia amica, lei mi fa segno che si sono belli ma costeranno tanto!
Però indugio a guardarli ancora, me ne voglio prendere uno, non so resistere a bigiotteria, ninnoli e gioiellini vari.
Mentre guardo uno carino l'artigiano/commerciante mi fa:
"Hai già scelto le rune?"
E rispondo di no, non capendo se si riferisce alla rune da applicare come decori, ai caratteri coi quali scrivere il mio nome o a delle rune magiche che conferiscano proprietà particolari all'oggetto.
Mi dice di guardare pure e di fare con comodo.
Continuo ad osservare il bracciale che ho in mano e alla base ci trovo incisa una parola: YMBRIS (non ho idea di cosa voglia dire, nè nel sogno nè nella realtà).
Poi mi sveglio.


Ultima modifica di Brynn Andersen il Lun Mar 01, 2010 6:59 pm, modificato 1 volta

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Notte del 28 febbraio, 01 Marzo - Hell Kaiser

Messaggio  Hell Kaiser il Lun Mar 01, 2010 6:55 pm

Ciao a tutti, sono il marito di Brynnina Smile comincio anche io con i miei sogni dato che sto cominciando a farne anche io parecchi in queste ultime notti.

Notte del 28 febbraio:

Un paio di sogni a sfondo sessuale, tralascio particolari troppo piccanti Smile

1 sogno:

Mia moglie si ritrova con alcune colleghe dell'università, io sono lì che le sto ad ascoltare:

- Allora perchè non hai proseguito gli insegnamenti?
- Perchè altrimenti avrei potuto fare l'esame di lingua straniera una volta sola!

Tutte ridacchiano e capisco dai loro commenti che il prof. di Inglese doveva essere un bel figo.

Mia moglie si gira verso di me, con fare lascivo e dice "Fratellone..." (eh si, i sogni di suo fratello mi sa che mi stanno influenzando)

2 sogno:

Sono a Roma, nella casa dove ho vissuto per 27 anni e scopro che mia madre (mio padre è morto un anno e mezzo fa) ha un nuovo coinquilino: Robert Malone Suspect (per chi non lo sapesse è un famoso attore/regista di film porno).
Insieme a lui c'è anche una bellissima Porno Star che ha intenzioni molto interessanti nei miei confronti, tuttavia la presenza di mia madre non ci lascia tempo e spazio per "quagliare" Razz

01 Marzo

1 Sogno:

Sono alla fortezza vecchia di Livorno, quella in cui è apparso il famoso fantasma poi dichiarato Fake:

https://www.youtube.com/watch?v=XEJneDP7Unw

Io sono colui che effettua le riprese, tuttavia dopo la famosa apparizione ne vedo un altro, mi sembra sempre una donna ma non so dirlo con certezza perchè completamente ricoperta da un velo che assomiglia molto a un Burqa. Io la saluto con la mano, ma lei scuote la testa al mio gesto.

2 Sogno

Sono in sella al mio primissimo motorino: un SH 50 blu. Lello (così lo chiamavamo io e mio fratello) all'epoca è piuttosto malconcio per gli anni di inattività, le ruote sgonfie il serbatoio vuoto e i freni andati... mi domando infatti come farò a tornarci a casa... la scena cambia, sono nel garage di casa mia (quella attuale) e sono di nuovo in sella a Lello (evidentemente in qualche modo ci sono tornato a casa), esco e lo porto da un meccanico per fare una stima delle riparazioni, il tipo mi risponde "se lasciamo perdere le parti originali non ti costerà moltissimo".

3 sogno

Sono nel mio vecchio liceo, solo che è tutto deturpato, i muri scrostrati il legno vecchio e consunto. Sto parlando con i miei "compagni di classe" che però nella realtà sono miei colleghi di lavoro quando uno di loro mi consegna un foglietto, che dio solito viene utilizzato per assegnare le note. Apro il foglietto e vedo che mi è stata fatta una nota per aver "ripetutamente molestato una mia compagna, attraverso affermazioni e telefonate". Incredulo vado alla ricerca della vice preside per chiedere spiegazioni dato che non ho idea di chi sia la ragazza citata nella nota ma non riesco a trovare il suo ufficio. Incrocio uno dei mie "compagni-colleghi" che quando mi vede si mette a ridacchiare. Solo allora mi rileggo la nota e leggo che la ragazza che avrei molestato è "la studentessa Jessica Alba" (l'attrice che fa la donna invisibile nei Fantastici 4), alchè capisco che si tratta di uno scherzo. Cerco di tornare in classe ma mi perdo, sulle porte delle aule non vi sono cartelli che indichino a che anno e sezione appartengano e nel mio girovagare incrocio anche molti ragazzini delle elementari (nella mia vecchia scuola c'erano solo medie e superiori).

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Diario dei sogni

Messaggio  Randolph Carter il Mar Mar 02, 2010 11:11 am

Benvenuto, Hell.
avatar
Randolph Carter
Admin

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 04.01.10
Età : 36
Località : Firenze

Visualizza il profilo http://archiviodeisogni.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

notte del 02 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Mar 02, 2010 12:49 pm

Vari sogni agitati e frammentari che non riesco a ricordare (ho dormito malissimo e sono stanchissima).
Cmq ricordo solo che stavo combattendo e c'era anche mio fratello.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Notte del 02 marzo

Messaggio  Hell Kaiser il Mar Mar 02, 2010 1:00 pm

Randolph Carter ha scritto:Benvenuto, Hell.

Grazie Smile


1 sogno:

Sono al cinema con un amico, anche se forse non è proprio amico, comunque siamo a vedere un documentario in stile "Paranormal actiovity" di cui non ricordo nulla... a seguire c'è uno di quei flm super-sentimentali tipo "Scusa ma ti chiamo amore" (non ricordo il titolo ma erauna cosa del genere) non resisto e me ne vado.

2 sogno:

Sono sempre in una specie di garage e sto combattendo contro un qualcosa di non ben specificato, ad un certo punto qualcuno dice:" sta per arrivare doom (non il dr Destino dei fantastici 4, uno dei mostri del gioco "Doom"), forse sarebbe il caso di andarcene, per il bene di entrambe le nostre specie". Arriva un camion gli altri scappano io mi nascondo. Il camion lascia andare un pacchetto che dovrebbe contenere il mostro.

3 sogno:

Sono in un corridoio con alcuni miei colleghi di lavoro e ne incontriamo altri per la strada, ora che ci penso assomiglia un po' al corridoio dove c'era la presidenza della mia vecchia scuola (forse finalmente potrò reclamare per il sogno della notte precedente?Razz). Entriamo in un ufficio ma non ricordo cosa gli altri mi dicono.

4 sogno

Sono a cena con i miei colleghi e con Akiza Izinski Razz (uno dei personaggi dell'Anime Yu-Gi-Oh! 5d's http://farm4.static.flickr.com/3555/3451558034_84cf079d4d.jpg). Lei dopo un po' è abbastanza annoiata e si sdraia sulla panca del ristorante tenendosi la testa, faccio il gentile e le chiedo come va. Mi alzo per andare in bagno e nel tragitto incontro un sacco di sconosciuti tifosi della Roma (indossvano giubbotti o sciarpette) che mi salutano e inneggiano alla Magica Razz Quando torno vedo che le persone con cui ero a cne a hanno iniziato a spostare i tavoli (non so perchè). A fine cena mi trovo con il mio dirigente MArco e perdiamo l'autobus, facciamo una corsa per prenderlo alla successiva fermata ma l'autista non ci fa salire perchè la vettura è piena.Tuttavia notiamo che subito dopo ne stava arrivando un altro, in quel momento mi accorgo di non aver con me la mia borsa da lavoro... devo averla lasciata al ristorante.

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 3 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Mar 03, 2010 2:58 pm

1 sogno:
Quasi per tutta la notte, vari sogni in cui combatto di cui non ricordo i particolari.
Sono però da sola, e mi stanco molto, ogni volta nella realtà mi sveglio sempre più spossata e consumata.

2 sogno:
La mia gattina fa i cuccioli.
Passano 3 mesi e diventano grandi.
Arriva una ragazza a prenderne uno.
La ragazza mi piace molto, non do i miei cuccioli al primo che capita, trovare delle buone famiglie per i piccoli per me è una missione.
Abita a 8 ore di aereo da noi, arriva e prende uno dei piccoli.
La sera mi telefona in lacrime dicendomi che il piccolo è morto durante il viaggio perchè è stato male durante le 8 ore di volo e il personale dell'aereoporto lo aveva messo nella stiva di carico con i bagagli.
Mi metto a piangere, sto malissimo, sono ferita e anche incazzata nera.
Dico alla ragazza che mi aveva garantito che il piccolo sarebbe stato in braccio suo al posto passeggeri sull'aereo, altrimenti le avrei detto da subito che non poteva prenderlo, trovo una barbarie far volare gli animali nella stiva di carico.
La ragazza dice che mi ha mentito, il regolamento del suo paese purtroppo non lascia viaggiare gli animali, nemmeno quelli da compagnia con le persone, ma non me lo voleva dire perchè altrimenti non le avrei mai dato il cucciolo.
Piango e le chiudo il telefono in faccia.
Vado singhiozzando da mio marito a raccontargli tutto mentre mi abbraccia forte forte per consolarmi, ma si vede che è ferito e arrabbiato anche lui.

3 sogno:
Sono su una macchina con i genitori di mio marito.
Suo padre guida, sua madre è al posto del passeggero e io sono seduta dietro al guidatore.
Suo padre guida come un pazzo: supera camion in galleria, striscia la fiancata dell'auto a tutta velocità contromano contro un muro...
Penso che se andiamo avanti così ci schianteremo e moriremo di sicuro.
Suo padre non sente ragioni quando gli si dice di rallentare e guidare bene, e continua a fare disastri.
A quel punto penso che ho due possibilità:
A- tentare di salvarli ma rischiare la vita
B- andarmene lasciandoli a se stessi e condannandoli a morte certa salvando però la mia di vita.
Decido di non rischiare e senza indugi scelgo la seconda soluzione.
Mi teletrasporto con la sola volontà fuori dall'auto sul marciapiede.
Penso che mio marito sarà dispiaciuto e si arrabbierà un po' con me per non aver tentato di salvarli, ma poi penso che in fondo sarà felice di sapermi viva, se fossimo morti tutti e tre sarebbe stato peggio, razionalmente ho fatto la scelta giusta.
Dal marciapiede parte un'antica scalinata in un materiale simile al porfido verso il basso, la prendo.
Entro quindi in una caverna: la riconosco, ci sono stata molte volte (mai vista nella vita reale) solo che di solito al centro di essa, dove adesso c'è un sentiero c'era un fiume.
Quando capisco questo mi sveglio.

4 sogno:
Mi riaddormento e sono di nuovo nella caverna di prima, solo che adesso è ricomparso il fiume.
Sento delle voci che mi dicono:
"Abbiamo tuo fratello, se tenti di andartene gli faremo del male, quindi stattene qui buona buona e non crearci problemi".
Mi preoccupo, non voglio che facciamo del male a mio fratello, così mi siedo sulla riva del fiume e osservo la corrente.
Si materializzano due gattini, capisco che sono amici miei, sono contenta di vederli, oltre ad essere miei amici sono anche una sorta di "guide spirituali" (nel sogno mi danno la stessa sensazione degli animaletti fatati - famigli nei cartoni animati di maghette: i gattini Posi e Nega di Creamy, i tre piccoli kappa di Evelyn, lo scoiattolo Moko di Emy, i gattini Luna e Artemis di Sailor Moon...).
Li coccolo un po' dandogli tanti bacini e spupazzandoli e loro mi fanno le fusa e mi parlano confortandomi.
Uno di loro per farmi passare il tempo materializza dei fogli di carta e delle scatole con dei pastelli ad olio.
Scelgo quella con i pastelli ad olio che hanno più gradazioni di blu e verde acqua e inizio a disegnare un bel mare colorato.
In predominanza lo faccio blu cobalto ma ci metto anche riflessi più chiari e delle zone verde acqua.
Lo faccio bello, pulito, trasparente, cristallino, profondo, che da all'osservatore una sensazione di potenza e di vita.
A un certo punto nella caverna si materializza mio fratello (penso usi il solito teletrasporto a volontà che uso anche io).
Sono felice di vederlo gli vado incontro, lo abbraccio e mi dice:
"Sorellina, stai bene?"
Io gli rispondo:
"Si, ma come hai fatto? A me avevano detto che se solo provavo ad uscire ti avrebbero fatto del male, immagino che abbiano detto la stessa cosa anche a te".
Lui sorride sornione e dice:
"Li ho ingannati, sorellina".
"Oh... immagino che stiano venendo qua dobbiamo andarcene subito allora".
"Non preoccuparti, non se ne sono ancora accorti, abbiamo un po' di tempo, ho fatto le cose per bene."
Lo sgrido perchè ero preoccupata e non mi va che abbia rischiato di farsi fare del male:
"Sei stato troppo azzardato, avrebbero potuto farti del male, non voglio che tu ti metta in pericolo a causa mia."
Lui mi stringe forte e mi dice:
"Da quando ti ho finalmente ritrovata sorellina, ho promesso a me stesso che niente e nessuno ci avrebbe più separati. Se ricapiterà ti ritroverò ogni volta e non importa i pericoli che dovrò affrontare. Affronterei qualsiasi cosa per te".
Io gli rispondo:
"Fratellone..."
E lui mi dice:
"Vieni, andiamo sorellina".
E facciamo puff (credo di nuovo il teletrasporto onirico).
Poi mi sveglio.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Notte del 3 marzo

Messaggio  Hell Kaiser il Mer Mar 03, 2010 4:00 pm

Ricordo un unico sogno:

Sono sulle rive a Trieste in macchina, ad un semaforo devo svoltare a destra ma mi accorgo di essere adesso a piedi. Devo andare a recuperare la macchina e per farlo passo per strade ed entro in palazzine che non ho mai visto, ad un certo punto devo salire per una scala dove ci sono un gruppetto di ragazzi che occupa quasi tutto lo spazio. Nel salire urto uno di loro, domando scusa ma lui si arrabbia e mi aggredisce.

A questo punto mi sono svegliato.

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 4 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Mar 04, 2010 11:44 am

1 solo sogno:

Sto combattendo, sono con mio fratello, combattiamo assieme contro dei nemici, siamo sempre nella piana del sogno dell'altra notte.
Ho la sensazione di combattere da tanto, sono stanca (mi sembra che la prima parte del sogno duri gran parte della notte), alla fine la scena cambia e mi ritrovo con lui in una piccola radura di un'antica foresta.
Siamo seduti sotto un albero dal tronco del diametro di circa un metro e mezzo, c'è del muschio fresco e soffice dove siamo seduti e attorno c'è l'erbetta che spunta verdissima e fresca con tanti fiorellini di tutti i tipi.
Più in là c'è un corso d'acqua fresco e vivace con una cascatella, non lo vedo ma so che c'è e sento lo scroscio dell'acqua.
E' come se il muschio avesse delle proprietà magiche: starci seduta sopra annulla tutta la mia stanchezza per il combattimento precedente e mi rigenera, mi da anche una sensazione di freschezza.
Sorrido a mio fratello e gli dico:
"Sta arrivando primavera".
Lui mi sorride a sua volta, mi guarda e mi chiede:
"Da te come va?"
Capisco che si preoccupa, è proprio il tipico fratello maggiore preoccupato, ed è dispiaciuto che io debba affrontare determinate cose senza di lui, capisco anche che siamo in una sorta di realtà diversa e si riferisce alla vita "reale" (attenzione perchè secondo me qua il mio inconscio è degno di nota: non capisco che siamo in sogno, capisco che siamo in una sorta di realtà diversa, è questa la sensazione che provo in quel momento).
Gli rispondo:
"Male. Fino a poco tempo fa andava meglio, ora si sta ricadendo di nuovo nel fanatismo religioso. La gente sta impazzendo, si dichiara cristiana quando non lo è, perchè non lo è, non seguono un solo precetto di quell'assurda, frustrante e offensiva religione e tuttavia urla ai quattro venti di esserlo perchè ha paura dei saracini (ho detto proprio saracini: con la i, non con la e, immagino mi riferissi ai musulmani). Si appella a simboli cultura e identità cristiana, ma la nostra terra non è cristiana, la nostra terra è legata ai cicli della natura. Persino coloro che avevano riscoperto la natura ora stanno tornando indietro per paura. E io non li capisco: come si fa a battere una religione retrograda con una che è retrograda allo stesso modo? La nostra terra non ha già pagato il suo tributo negli ultimi mille anni? Non è questa la via, la gente è stupida. Nella mia città da anni organizzano il festival celtico, c'è una riscoperta delle antiche tradizioni, ora ho paura che questa ondata di fanatismo impedirà qualsiasi organizzazione. Già mi vedo le amministrazioni pubbliche negare i permessi perchè non è cristiano (sottolineo la parola cristiano con enfasi e tono schifato). Ho paura che si torni alle antiche persecuzioni e che ci andremo di mezzo noi."
Mentre parlo e do sfogo con enfasi alle mie frustrazioni, mio fratello mi ascolta intrecciando una ghirlanda di fiori.
Continuo il mio discorso imbronciata:
"Non è giusto, non ce la faccio più, io voglio rivedere gli antichi riti di fertilità".
Mio fratello mi sorride dolcemente e mi piazza la ghirlanda di fiori che ha intrecciato sulla testa.
Non so perchè ma il gesto mi ricorda molto una sorta di "pat pat" in testa come si fa con le bambine O_o'
Mi dice:
"Gli Ierogamia?"
Gli rispondo:
"Si."
Mi dice:
"Non preoccuparti sorellina, stavolta non andrà così, stavolta è diverso, non ci faranno del male".
Si alza, mi da la mano e mi aiuta ad alzarmi dicendomi:
"Vieni".
Lo seguo attraverso un sentiero nella foresta e gli chiedo:
"Dove andiamo fratellone?"
Mi risponde:
"Non volevi rivedere gli antichi riti di fertilità? Ti porto a vederne uno moderno".
Arriviamo in una grande radura nella foresta, è notte, la luna piena è alta nel cielo e illumina il paesaggio splendendo, sulla cima della collina è pieno di gente vestita da animali di peluche di tutti i tipi che balla al suono di tantissimi tamburi.
Attorno è pieno di venditori di birra e idromele, la scena è molto bella, ci sono molti spettatori.
Ci confondiamo tra la folla e ci guardiamo lo spettacolo mentre mio fratello mi cinge la vita con un braccio.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Notte del 4 marzo

Messaggio  Hell Kaiser il Gio Mar 04, 2010 12:17 pm

Un incubo basato sulla serie Lost di cui ieri sera avevao appena visto la 4 puntata della 6° stagione.

Sono con Hurley e sto tornando a casa (intendo proprio casa mia in Real) tuttavia quando entriamo Hugo si accorge subito dello strano orologio posato sul pavimento (era tipo uno di quei patacconi vintage però completamente in scala di grigi come se fosse l'immagine di un vecchio film in bianco e nero) e mi fa "Coso...".

Capiamo che si tratta di una bomba e ci adoperiamo per far evacuare tutto il condominio, ci ritroviamo su una collina a circa 500 m di distanza e aspettiamo. Avviene l'esplosione ma con nostra grande sorpresa si aprono delle voragini anche lì dove siamo noi e la gente inizia ad urlare (noto tra la folla anche il personaggio Locke e altri)... come se non bastasse dal soffitto (non so perchè ma all'improvviso era come se ci trovassimo in un edificio scarno e abbandonato) han cominciato a spuntare delle teste mostruose, alcune con fattezze umanoidi altre tipo grossi coccodrilli, l'ultima cosa che ricordo è che scappavo in mezzo a queste enormi teste che pendevano dal soffitto...

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 5 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Mar 05, 2010 11:11 am

1 solo sogno:
Sono con mio fratello, sbarchiamo da una sorta di piccolo traghetto-imbarcazione su un'isola.
L'isola è di aspetto cicladico, il mare è blu cobalto, la vegetazione e le rocce sono tipiche delle isole greche, mi ricorda un po' Santorini ma non è Santorini, è diversa, più piccola e raccolta, so che l'isola è chiamata dai suoi abitanti Thera (NB: cercando con google stamattina salta fuori che Thera era proprio l'antico nome di Santorini).
Mettendo piede sull'isola mi rendo conto di tre cose:
1- Ho ancora in testa la ghirlanda di fiori che mio fratello mi ha intrecciato (vedi sogno notte precedente).
2- La terra nel mondo esterno sta tremando (mi riferisco alla "realtà" come mondo esterno), la percepisco, so che non smetterà e in lontananza sento anche il battito del cuore del pianeta.
3- Sono già stata qui almeno un'altra volta, riconosco le case che si vedono in lontananza.
L'architettura dell'isola è molto singolare.
La popolazione di Thera vive immersa nella natura, il villaggio raccolto che si vede in lontananza è edificato in modo unico al mondo.
Le costruzioni sembrano dei gazebo, di colore bianco, ma in pietra (credo alabastro).
Praticamente hanno base quadrata, quattro colonne agli angoli di quelle a forma di spirale e un tetto a cupola, arrotondato, appoggiato sulle 4 colonne.
Attorno alle colonne dalla terra salgono dei rampicanti molto belli con dei fiori lilla, azzurri e rosa, ogni casa ha un tipo di fiore/rampicante di un solo colore.
Il paesaggio è stupendo e anche il cielo assume mille tonalità diverse, un po' tipo il fenomeno dell'aurora boreale, però invece di essere in scala di verdi e blu è in scala di arancioni rossi e viola su sfondo azzurro.
Noto che ci sono diverse persone che non appartengono al luogo: turisti.
Alcuni sono in viaggio di nozze, altri sono là per celebrare il loro matrimonio, alcuni invece sono là per riposarsi e scaricare lo stress dato che il villaggio ha dei ritmi molto lenti e pacifici.
Io e mio fratello non siamo là per nessuno di questi tre motivi.
Al centro della città si innalza una costruzione diversa (anche se fatta dello stesso materiale), stretta e alta, è una sorta di torre dell'orologio, campanile, meridiana, non ricordo bene.
Questa costruzione è un potente artefatto che esiste dalla notte dei tempi, Thera è sorta attorno ad esso.
I suoi poteri sono connessi col tempo, non il tempo atmosferico, ma il tempo inteso nel senso di Chronos.
Io e mio fratello siamo là perchè abbiamo bisogno di fare qualcosa al tempo e dobbiamo utilizzare l'artefatto.
Non ci andiamo subito però: siamo appena arrivati e c'è un mercatino delizioso che vende della frutta e dei dolcetti fantastici!!! Ci sono anche i fruttini di marzapane ^^
Così decidiamo di andare a fare shopping, la missione può aspettare.
Ce ne andiamo a zonzo tra le bancarelle e vedo che la gente ci guarda e ridacchia.
Non per prenderci in giro, ridacchia con fare complice e malizioso e non capisco perchè.
Capisco però che ci hanno riconosciuti.
Comunque nonostante questa situazione imbarazzante la popolazione è gentile e cordiale e compro un sacco di cose.
Offro della frutta sconosciuta ma appetitosa (che nella realtà non esiste credo) a mio fratello e ne mangio un po' anch'io.
Poi dato che il posto è troppo bello decido di fare delle foto ma non ho dietro la macchina fotografica, così utilizzo la camera del cellulare (che è uguale al mio reale, un Nokia rosa).
Inizia subito a fare buio, il mercatino chiude e la gente si affretta a ritornare alle proprie case.
Mio fratello mi dice:
"Qui il sole scompare alle 6 del pomeriggio e la gente si rintana nelle proprie case perchè la notte fa davvero buio. E' costume di questa popolazione non utilizzare nessun tipo di fonte di luce artificiale dopo che è calato il sole, non accendono nemmeno i fuochi. Non ci conviene decisamente andare in giro per l'isola durante la notte. Inoltre non sembra ma durante la notte qua fa davvero freddo."
Dicendo questo mi passa il braccio destro attorno alla vita e mi cinge con fare protettivo.
Mi tiene così per un po' e mi dice:
"Vieni sorellina, andiamo a prenderci una stanza".
Andiamo quindi alla reception di quello che dovrebbe essere un albergo, costruito nella stessa maniera delle altre case, e l'albergatore consegna una chiave a mio fratello (in sogno mi pare tutto corretto ma nella realtà non capisco il perchè delle chiavi dato che le costruzioni sono tutte aperte, credo sia una sorta di gesto simbolico), ci dirigiamo verso la nostra stanza e nel frattempo il buio diventa completo.
Poi mi sveglio.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Notte del 5 marzo

Messaggio  Hell Kaiser il Ven Mar 05, 2010 11:39 am

Non ricordo bene cosa ho sognato stanotte, però credo fosse qualcosa legato ai rettiliani (probabilmente avendo visto la prima puntata dei nuovi "Visitors" ieri Razz)

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Diario dei sogni

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 17 1, 2, 3 ... 9 ... 17  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum