Diario dei sogni

Pagina 15 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16, 17  Seguente

Andare in basso

notte del 4 gennaio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Gen 05, 2011 7:08 pm

1 sogno:
Sto sognando la ragazza del tizio uguale a mio fratello.
Mi sta dicendo delle cose brutte, ma non ricordo cosa, il mio inconscio deve avere rimosso X_x

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 5 gennaio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Gen 05, 2011 7:11 pm

1 sogno:
Sto facendo la pasta fatta in casa.

2 sogno:
Osservo il mio nuovo smalto blu e penso che si, il colore è molto bello, ma non essendo ad asciugatura ultra rapida non lo prenderò più, sono un disastro per far asciugare gli smalti normali, molto meglio quelli che asciugano in 40 secondi anche se la gamma di colorazioni è limitata.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 6 gennaio 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Gen 06, 2011 3:16 pm

Stanotte ho sognato qualcosa ma non ricordo nulla.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 7 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Gen 07, 2011 7:05 pm

1 sogno:
Sono in pescheria, vedo un sacco di crostacei ancora vivi in agonia che si dibattono.
Mi fanno una pena assurda, voglio comprarli tutti per liberarli e rimetterli in mare, non è giusto far soffrire così delle creature.
Il sogno mi ha scossa oltremodo, in quanto, quando sogno pesci o crostacei che non stanno tanto bene, di solito, dopo poco tempo succede qualcosa di brutto che mi fa soffrire Sad

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 8 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Gen 11, 2011 8:36 pm

1 sogno:
Sono sospesa nell'universo, sto fluttuando come se fossi in posizione fetale, mi rigiro su me stessa, attorno a me vedo stelle e nebulose.
Davanti a me c'è una cosa strana.
E' un essere vivente, una forma di vita, organica credo, fatta di materia.
Non capisco bene la forma, però noto su quella che identifico come la sommità 3 protuberanze tipo tubi, ricordano un po' i tubi delle docce da piscina, anche per come sono piegati in alto ad angolo retto.
Questa creatura è di colore viola e nero.
Io sono intontita, inerme, continuo a fluttuare e a rigirarmi in posizione fetale.
Questa cosa attinge energia dall'ambiente circostante, quindi dall'universo e la incanala aspirandola attraverso i suoi tre tubi.
Quando arriva al limite la espelle, sempre attraverso i tubi e la dirige su di me.
Sono investita da questa ondata di energia.
Penso:
"Oh mamma, sto per morire."
Invece l'energia mi investe in piena ma non mi succede nulla.
La sensazione è spiacevole, ma non provo dolore.
Mentre realizzo questo vedo che la creatura ripete il processo: accumula energia e poi la rilascia di nuovo investendomi in piena.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 9 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Gen 11, 2011 8:49 pm

1 sogno:
Sono in una città in stile medievale, molto carina.
Sono all'interno di un baretto e sto bevendo il caffè leggendo "Il Piccolo" che sarebbe il giornale di Trieste, però la città non è Trieste.
Leggo tutto un articolo su due tizi, fratello e sorella, di famiglia nobile, che erano proprietari di una torre dove avevano la loro sartoria.
Praticamente la torre è stata espropriata dal comune per dichiararla patrimonio storico e han dovuto spostare il laboratorio artigianale in un'altra zona.
La loro attività ne ha risentito e ora il fratello maggiore vuole fare causa al comune.

2 sogno:
Sto gironzolando per il centro di Trieste facendo shopping.
La cosa strana è che sono sbarcata da una nave da crociera e sono in escursione nonostante si tratti della mia città.
Una delle ospiti della nave, per strada, mi avvicina e mi da un regalo.
In un negozio mi ha preso un ermellino/visone imbalsamato, si tratta proprio dell'animaletto.
Rimango inorridita: povero cucciolo!!!
Come si fa a fare una cosa simile?
La signora vede che sono inorridita e allora mi da lo scontrino per cambiarlo con qualcos'altro.
Mi sento in colpa a cambiarlo, ma se lo buttassi via e basta sarebbe morto per niente, la cosa mi fa sentire così male.
Entro quindi nel negozio, è una pelletteria e negozio esoterico assieme, è gestito da una signora cinese.
Lascio stare gli articoli di pelle e pellicce e mi dirigo verso l'altra zona.
Noto dei libri: il primo scaffale tratta il tema di "come far avverare tutti i tuoi desideri, avere successo ecc ecc" il secondo è tutto di quel filone cristiano-new age edulcorato "creature di luce, medium ecc ecc".
Ignoro totalmente il primo scaffale: non ho nessuna intenzione di forzare il destino per far avverare i miei desideri, così non c'è gusto.
Osservo invece il secondo con faccia disgustata: che stronzate scrivono questi libri!!!
L'occhio mi cade su uno che si intitola "Il Giudizio Universale" ma immaginando che scriva solo emerite cagate lo snobbo senza nemmeno guardare la copertina.
Decido di utilizzare lo scontrino per prendere un mazzo di tarocchi in edizione super artistica, fligranati con la foglia d'oro ^^
L'arte è sempre un buon investimento.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 10 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Gen 11, 2011 8:53 pm

1 sogno:
Sono arrivati gli alieni, sono sbarcati in massa e i media non ne hanno dato notizia!!!
Sono angosciatissima.

2 sogno:
Sono con la mia amica Elisa, sto andando al cinema all'aperto del Giardino Pubblico di Trieste, quello che fa le proiezioni estive.
Andiamo a vedere un film sentimentale di quelli stile Woody Allen.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 11 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Gen 11, 2011 9:01 pm

1 sogno:
Sono sulle rive di Trieste, è il tramonto.
Sono triste perchè due miei amici sono morti (in realtà stanno benissimo).
In quel momento realizzo che anche se sono morti le loro anime saranno sempre con me e mi aiuteranno a compiere la mia missione.
In quello la situazione si capovolge, e paradossalmente sono io ad essere morta.
In realtà più che morta sono fantasma.
La gente normale non mi vede, sono invisibile a meno che non mi renda visibile e mi manifesti, però ho dei nemici che mi sanno individuare.
Contro di loro devo fare uno sforzo ulteriore e rendermi invisibile.
Il problema è che appena ho uno sbalzo emotivo l'invisibilità sparisce.
Questi nemici vogliono uccidermi, anche se sono già morta.
Da sveglia la cosa non ha senso, in sogno quadra tutto.
Scappo da loro volando: mi nascondo sul tetto di una casa all'inizio di via Ginnastica.
Poi continuo a volare e mi allontano verso Piazza Ospedale.
Scendo nei vicoli e trovo una stradina che non avevo mai visto.
Dentro ci sono della laterali e delle corti interne molto verdi e carine, sembra il giardino dei segreti, in una c'è anche un pozzo.
Sono attratta da esso ma decido di esplorarlo con calma più avanti, adesso devo scappare.
Arrivo in una sorta di Giardino Pubblico.
C'è un signore vestito tipo esploratore-filantropo del 1800 che sta osservando una colonia di formiche al lavoro e in marcia verso il loro formicaio.
Più avanti c'è sua moglie, una signora della stessa età vestita bene.
Vedo parcheggiata una Jeep nera e mi fiondo dentro sdraiandomi sul sedile posteriore rendendomi invisibile al guidatore: se mi va bene questo si allontanerà e io farò perdere le mie tracce!!!

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 12 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Gen 13, 2011 8:46 pm

Ho sognato qualcosa ma non ricordo cosa.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 13 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Gen 13, 2011 8:55 pm

1 sogno:
Sono al lavoro, tutto il sistema informatico va in tilt e si sputtana tutto il sistema operativo.

2 sogno:
Ho gli operai in casa, ma nessuno li ha chiamati!!!
Mi entrano in giardino e in casa spalancando tutto e facendo violazione di domicilio, il cancello è aperto, ho paura che i cagnolini e i gattini escano in giardino e poi in strada, ci sono le macchine, potrebbero stirarmeli Sad

3 sogno:
Sono con mio fratello, non ricordo nient'altro.

4 sogno:
Sono a Creta in vacanza, ma di nuovo è già venerdì e non abbiamo fatto nessuna escursione... mi lamento della cosa con mio marito.

5 sogno:
Sbarco da un traghetto, dopo un minuto esatto di percorrenza e pagando un biglietto che costa un euro in una città medievale raggiungibile solo via mare.
E' pieno di birrerie, pub e negozi di articoli da mare (materassini, creme solari, palloni...).
Mi fermo a un chioschetto e prendo una birra e delle patatine.
Mi sto avviando dove ho appuntamento con mio marito.
Conosco la città, ci sono già stata (in sogno immagino, perchè in realtà non l'ho mai vista).
Salgo su per una scalinata panoramica, è pieno di turisti, si vede il mare e la città.
A un certo punto la scalinata attraversa la corte di un castello per poi ridiscendere.
Durante il percorso c'è una sorta di fiera gastronomica.
Offrono dei crostini di polenta ricoperti di scagliette di formaggio tipo frico con sopra del basilico tritato.
Ne assaggio uno: è buonissimo, sento proprio il gusto!!!
La signora che mi offre l'assaggio mi dice che è una fiera organizzata dalla Regione Umbria.
Poi continuo a scendere le scale e arrivo in una piazzetta.
Mio marito è al banco di un chiosco mi saluta e mi ordina del vin bruleé.
Lo bevo, è buonissimo, speziato al punto giusto però è freddo: è stato tenuto in frigo.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 14 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Dom Gen 16, 2011 11:46 pm

1 sogno:
Sono di nuovo a Creta con mio marito.
Per l'ennesima volta è venerdì e non abbiamo fatto nemmeno un'escursione, però almeno siamo andati al Palazzo di Cnosso.
Là abbiamo trovato i Pokémon leggendari della versione Nera e Bianca (quelle che in Italia usciranno in primavera) e li abbiamo portati via con noi ^^

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 15 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Dom Gen 16, 2011 11:53 pm

1 sogno:
Sto allenando la mia squadra di Pokémon ^^

2 sogno:
Sono in riva al mare, il mare è bellissimo Very Happy
E' inverno, ma percepisco che l'acqua è calda.
E' il tramonto.
Entro in acqua perchè voglio fare un bel bagno, mi spoglio e rimango in costume.
Avevo ragione: l'acqua è caldissima, si sta proprio bene!!!
Avanzo, e come arrivo nell'acqua alta precipito in una sorta di fossa marina.
Non capisco perchè non riesco a stare a galla: vado sempre più a fondo velocissimamente.
Tuttavia scaccio subito il panico e ragiono, mentre continuo ad affondare.
Devo avere della zavorra.
Mi rendo conto di avere uno zaino pesantissimo sulle spalle, il problema è che è anche assicurato molto bene, con un sacco di cinghie e laccetti.
Non mi faccio prendere dal panico e inizio a slacciarlo: ce la posso fare.
Infatti con calma e perizia ce la faccio, lo slaccio e mi libero.
Come succede questo inizio a risalire verso l'alto per una spinta naturale.
Appena arrivo in superficie emetto un forte respiro: aria!!!
Sono soddisfatta di me stessa, sono ancora viva.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 16 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Gen 17, 2011 12:37 am

1 sogno:
Sono in un negozio con mio marito.
Il negozio vende dolcetti, cioccolate e libri.
Assaggio degli ovetti lindor confettati, sono un prodotto nuovo (non credo che esista nulla di simile, per lo meno confettati).
Mio marito mi mostra una cioccolata al vino bianco, e mi racconta che quando era adolescente gliela avevano spacciata per cioccolata bianca alla cocaina, così lui e i suoi amici, suggestionati, si sono fattanziati davvero X_x
Dopo aver ascoltato l'aneddoto, mi sposto allo scaffale dei libri.
Uno si intitola: "Fratello, se vuoi puoi salvare il mondo" e in copertina ha due bambini, un maschio e una femmina, che stanno in piedi davanti a un falò con un lupo sotto un cielo stellato.
Ne prendo in mano un altro con la copertina di cuoio, sembra antico ma mi rendo conto che è una ristampa "anticata".
Le pagine sono ingiallite, tipo pergamena, e ai lati delle pagine ci sono delle decorazioni tutte diverse di foglie, bacche, fatine, specie vegetali...
Penso che assomiglia al genere del Manoscritto Voynich, di cui ho letto un accenno in un libro (l'ho già sognato diverse volte).
Scorro con l'indice destro alcune delle decorazioni e mi accorgo che le venature delle foglie sono come in rilievo, come se oltre ad essere state disegnate sulla carta avessero anche preso forma sulla materia.

2 sogno:
Sto giocando a un nuovo Final Fantasy!!!
La storia parla di un mondo che sta iniziando a riprendersi dopo una catastrofe nucleare, organizzato in diversi villaggi di sopravissuti con una struttura stile medievale-fantasy ma con salvata qualche conoscenza dell'era precedente.
La protagonista è una ragazza mora, con i capelli lunghi e lisci, che porta gli occhiali ed è molto formosa, sul genere di Lenne di Final Fantasy X-2 ma con il seno prosperoso come quello di Tifa, di Final Fantasy VII.
Mi piace: è una protagonista molto lolla, perchè è intelligente e sensibile ma impacciata e svampita allo stesso tempo ^^
Abita in un villaggio sulle montagne, dove sono riusciti a salvare diversi libri che risalgono a prima della catastrofe, hanno allestito una piccola biblioteca dove la protagonista passa la maggior parte del suo tempo libero.
A un certo punto della storia si forma il party con cui si andrà in giro a completare l'avventura: la particolarità della cosa è che il resto del party arriva dal futuro, ma ovviamente si spacciano per abitanti di un villaggio lontano.
Come in ogni Final Fantasy che si rispetti il party va in giro con dei super spadoni sgravi e ulteriori oggetti magici e amenità :p
La protagonista lega con un ragazzo un po' più grande di lei che in realtà è suo nipote.
Infatti molto spesso gli scappa di chiamarla "zietta" e lei, non sapendo la verità si incavola da morire perchè pur essendo più giovane di lui, crede che la prenda in giro dandole della vecchia babbiona.
Dopo averci giocato per un po' mi rendo conto che il tema di questo Final Fantasy è molto particolare.
Praticamente tratta la "non continuità del continuum" o se vogliamo proprio la sua continuità seppur da un'altra ottica.
Cerco di spiegarmi meglio (in sogno mi era tutto chiaro, da sveglia invece la cosa è un pochino più incasinata :p) attualmente abbiamo quasi tutto l'idea/stereotipo del tempo inteso o come una linea retta, oppure in certe culture come una ruota.
Comunque, entrambe le versioni hanno tre punti ideali portanti: passato, presente e futuro.
La nostra immaginazione, la letteratura e il cinema affrontano spesso il tema del tempo e di solito parlano dei paradossi che si vengono inevitabilmente a creare attraverso un viaggio "non lineare". Cioè: chi dal futuro va nel passato inevitabilmente crea qualche casino che stravolge il futuro nel quale deve tornare o nel migliore dei casi crea una linea alternativa. Stessa cosa per chi dal passato va nel futuro e poi ritorna nel suo tempo: stravolgerà presente e futuro.
In questo Final Fantasy invece le cose non stanno così e i protagonisti scopriranno che dal presente è possibile influenzare il presente, l'esatto momento in cui si vive, sistemando da là anche passato e futuro senza creare paradossi.
Per fare un esempio: uno materializza qualcosa che non esiste, che tuttavia inizia ad esistere, ma non solo in quel preciso momento, anche con cambiamenti nel passato e nel futuro.
Ma non genera paradossi: le cose si sistemano da sole, è come se il tempo, l'esistenza, avesse uno script per riprogrammarsi ampliarsi e aggiornarsi continuamente senza che le cose entrino in conflitto.
Realizzo che un tema così La Square non lo aveva ancora affrontato: mi piace!!!
Anche i personaggi sembrano caratterizzati bene, speriamo ci sia la storia d'amore ^^



Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 17 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Gen 17, 2011 7:20 pm

1 sogno:
Sono in pescheria a fare acquisti, è poco prima dell'alba, ma la pesceria è aperta.
In quella entra dentro la ragazza del tipo uguale a mio fratello, però è diversa dalla realtà: nel sogno non porta gli occhiali e ha i capelli ricci sino alle spalle di colore castano-rossiccio, però si tratta di lei.
Le dico:
"Guarda che so che tu e la tua amica parlate male di me, mio marito vi ha sentite."
Lei risponde:
"Oh, parliamo sempre male di te."
Poi aggiunge:
"Sarò contenta solo quando te ne andrai da qua e cambierai comune di residenza."
Io esco dalla pescheria pensando che non la accontenterò mai, e guardando la strada in direzione casa mia vedo un castello dalle guglie altissime vicino all'incrocio.
In cielo compare un meraviglioso arcobaleno che sembra collegare il castello con la direzione dove è posizionata casa mia.

2 sogno:
Sono iscritta con mio marito a una scuola superiore, la scuola è bella, ci sono tanti campi sportivi e anche una mensa all'aperto tipo sagra.
Mio marito mi manda a prendere una sorta di "MacFlurry" alla mensa.
Alla signora della mensa chiedo il mio con la granella di nocciola ^^

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 18 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Gen 18, 2011 7:36 pm

1 sogno:
Un falso risveglio.
Mi sveglio e vedo ai piedi del letto, dal mio lato un tizio inginocchiato sul pavimento che prega appoggiando le mani giunte appunto, sul letto dove sto dormendo.
Ha la testa china e sembra raccolto in preghiera.
Come lo noto sparisce.
Mi giro e dico a mio marito, che sta dormendo accanto a me:
"Amore, c'era un tizio che pregava qua per terra..."
Mio marito mi risponde:
"Ma no te lo sarai sognata, probabilmente non eri sveglia."
Osservo il mio gatto che dorme addormentato sul lettone e la cosa mi incuriosisce: mi pareva che stamattina verso le 6 fosse uscito dalla stanza per andare in zona giorno.
Insisto:
"Amore ma che ci fa XXX qua? Non era uscito?"
Risposta di mio marito:
"Bho? Sarà rientrato, sai che si teletrasporta..."
Io sempre più perplessa:
"Eppure c'è qualcosa di strano..."
In quella mio marito si avvicina per farmi le coccoline e in automatico rispondo:
"Oh adesso non ne ho voglia, facciamo ZzZzZ ZzZzZ."
Mi giro dall'altra parte e torno a dormire.
Ovviamente era un falso risveglio perchè mio marito era già andato a lavorare e il mio gattone era uscito dalla stanza, ma me ne sono resa conto solo al vero risveglio.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 19 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Gen 19, 2011 5:11 pm

1 sogno:
Sto combattendo contro un nemico.
Non ricordo nulla a parte che lo sto colpendo ripetutamente a suon di magie a base di tuoni, fulmini e scariche elettriche.

2 sogno:
Sono davanti al palazzo dove c'era la mia vecchia casa e dove stavo con mia nonna.
Il palazzo è abbandonato, pieno di calcinacci (nella realtà è stato ristrutturato).
Lo osservo con tristezza, e penso che mia nonna, che è morta, mi manca tanto.
Mi manca anche la mia casa e la mia cameretta.
In quella mi accorgo che poco più sopra, nel palazzo accanto ci sono dei citofoni.
Osservo con speranza i nomi sui campanelli... e si!!!
Sono gli stessi del palazzo che non esiste più.
Forse posso trovare ancora mia nonna.
Mi accorgo che il portone è socchiuso.
Lo spingo ed entro nell'atrio pian piano: è uguale a quello della mia vecchia casa ^^
Osservo le scale: anche loro sono identiche.
Non posso più aspettare voglio andare in secondo piano a vedere se c'è la porta di casa di mia nonna.
Mi sollevo in levitazione e inizio a risalire le scale volando.
Arrivo in secondo piano e vedo la porta di casa di mia nonna: è identica a quella di un tempo!!!
Non è chiusa, divelta o in rovina come quella che ho visto diverse altre volte (sempre in sogno) ma è perfetta!!!
Busso e arriva mia nonna ad aprirmi la porta!!!
Sono felicissima di rivederla, la abbraccio stretta, sono commossa, sto piangendo di goia.
Anche lei mi abbraccia, è contenta.
La vedo ancora provata dalla malattia, ma sembra che pian piano si stia riprendendo.
So di poterlo fare, quindi la tocco concentrandomi per accellerare il processo di guarigione, spero che serva a qualcosa e la aiuti, non voglio che soffra di nuovo (ogni volta nei sogni si ammala di nuovo e poi la perdo ancora una volta, a volte anche resuscita ma poi si riammala, è un sogno costante che faccio da quando è morta Sad)
Mia nonna mi sorride e mi dice che sono dimagrita, ma è un bene perchè mi vede radiosa e ogni giorno più bella ^^
Io sono così felice che mi metto a guardare le stanze.
Non è la vecchia casa dove abitavamo, ma è stata ricostruita quasi uguale.
A terra c'è il parquet anticato, il corridoio è uguale tranne per un particolare: le stanze sono tutte sul lato sinistro invece di essere ripartite su entrambi i lati.
La prima porta invece di essere il bagno è una sorta di cucinino.
La seconda invece è la mia cameretta!!!
Entro dentro felice e mi guardo attorno: è proprio come era un tempo, c'è anche il mio letto rifatto ^^
Vado alla finestra e osservo il giardino dietro casa, anche il giardino è molto simile, solo che lo si vede da un punto di osservazione diverso perchè il palazzo è collocato un numero civico più sopra di quello originale.
Poi guardo le altre stanze: il salotto e la camera da letto.
Vedo che nonna ha messo dei mobili che non conosco ma sono molto belli.
Le chiedo dove li ha comprati complimentandomi per il suo buon gusto.
Mi dice che quando si è malati non si ha voglia di uscire di casa e si ha paura della gente, anche di come ti guarda, perchè percepisce che sei malata ma non capisce la tua sofferenza, inoltre ti da la colpa di ogni piccola leggera anomalia, di qualche cattivo odore che sente, e così via.
Quindi sviluppi una sorta di agorafobia che ti fa chiudere nel tuo mondo, e così rendi un rifugio accogliente la tua casa.
Vedo un sacco di libri sulle librerie alle pareti: anche queste sono nuove.
Mia nonna mi dice che durante il periodo in cui è stata male si è evoluta e ha letto un sacco, anche filosofia, inoltre ha iniziato ad apprezzare gli anime e i manga.
Sono stupita: mia nonna è sempre stata una gran donna ma non pensavo potesse arrivare a questo punto.
Poi mi offre un thè caldo al lampone dicendomi che la malattia e la sofferenza ti trasformano, nel bene e nel male, e mi invito a vedere con lei gli anime su MTV.

3 sogno:
Sono con mio fratello in una città che sembra Trieste ma non è Trieste.
La città si prepara a qualche evento particolare, sta per arrivare un Presidente di non so che cosa e la città è agghindata in festa e blindata dalle forze dell'ordine antiterroristiche.
Io e mio fratello siamo là perchè i servizi di sicurezza hanno chiesto il nostro aiuto, un nemico potentissimo potrebbe attaccare il Presidente in visita.
Osservo il Palazzo del Governo al di là del canale, tutto agghindato con fiori e piante.
C'è uno spiegamento enorme di uomini armati.
Abbiamo appuntamento con i tizi dei servizi di sicurezza per stabilire un piano d'azione, però siamo in anticipo e il mio pancino brontola.
Dico:
"Fratellone, ho fame, accanto al Palazzo del Governo c'è un baretto, andiamo a prenderci qualcosa?"
Mio fratello osserva lo spiegamento di gente armata e dice:
"Bhe si potrebbe ma come arriviamo là velocemente? Dobbiamo attraversare tutta quella baraonda facendoci identificare, non so se abbiamo tempo di andare anche in baretto."
"Fratellone, andiamo in volo, no? Così arriviamo in un batter d'occhio."
"Sei sicura che sia una buona idea farci riconoscere così?"
"Bhe, in fondo siamo qua per aiutarli, e io ho fame, se si sconvolgono sono cavoli loro."
Mio fratello risponde:
"Non mi sembra prudente ma andiamo, ho fame anch'io."
Ci alziamo quindi in volo e superiamo la barricata di uomini schierati sorvolando il canale (lo schieramento è sul ponte) che ci osservano perplessi e allarmati, comunicando tra di loro con gli apparecchi trasmittenti.
Atterriamo davanti al Palazzo del Governo e ci infiliamo nel baretto accanto ^^
Ho una fame bestiale, prendiamo due caffè e due tramezzini, il mio è con bresaola e rucola, quello di mio fratello con tonno e uova.
Vedo inoltre esposte delle riviste, dico:
"Oh fratellone, posso prendere anche Topolino? Hanno l'ultimo numero!"
"Ma si, ottima idea, così se i tizi si rivelano pallosi come sembrano abbiamo qualcosa da leggere, anche a me piace Topolino."
Compro quindi anche il Topolino.
In quella entrano i tizi che stavamo aspettando, sono agghindati tipo i Men in Black, saranno circa cinque.
Ci salutano e ci chiedono di seguirli, entriamo con loro all'interno del Palazzo del Governo.
Ci fanno sedere a due tavoli diversi: io sono con un tizio bianco e uno nero, mio fratello con una tizia bionda fighissima e altri due tizi, anche questi uno bianco e uno nero.
Iniziamo a discutere separatamente i dettagli del piano, in quanto io e mio fratello avremo due compiti diversi.
Sostanzalmente la missione è proteggere il Presidente da un nemico pericoloso che io e mio fratello conosciamo e abbiamo già affrontato in passato.
Alla fine della discussione i tizi portano ad entrambi delle tute bianche, paiono quelle pressurizzate e ce le fanno indossare, siamo sempre separati, a due tavoli diversi.
Mi risiedo dopo aver indossato la tuta e osservo i due tizi.
Quello nero mi fa:
"Adesso preghiamo."
Al che io replico indignata:
"Cosa? State scherzando? Io sono pagana, col cavolo che mi metto a pregare il vostro dio cristiano."
Il tizio mi risponde:
"Uffa, non creare tutti questi problemi, prega i tuoi dei pagani allora, ma prega, io pregherò il mio."
Sempre perplessa penso però che non c'è nulla di male a pregare le divinità in cui credo e allora mi metto a pregare mentalmente affinchè proteggano me e mio fratello e facciano aver successo alla nostra missione.
Finita la preghiera il tizio mi porge un cappuccio, sempre bianco come la tuta, e mi dice che devo indossarlo perchè non devo vedere dove ci stanno portando per questioni di sicurezza nazionale.
In quella ho una folgorazione: mi fa pregare, mi mette una tuta ingombrante simil-pressurizzata, vuole che mi metta il cappuccio... questi vogliono farci fuori, stanno tentando di ingannarci per condannarci a morte, solo che con la forza non possono prenderci!!!
Non do segno di aver capito il loro piano e annuisco, attendo di avere i due tipi accanto a me, uno a destra e uno asinistra e fingo di iniziare a mettermi il cappuccio.
Come sono a portata di tiro scatto: alzo entrambe le braccia e li colpisco in faccia con i gomiti ^^
Poi li prendo a calci, ruoto su me stessa e li atterro.
Succede tutto molto velocemente.
Mio fratello si alza dal suo tavolo e assieme agli altri tizi mi guarda perplesso.
Io gli grido:
"Ci hanno ingannati, vogliono farci fuori, sbrigati, scappa, ti spiego dopo."
Invece di reagire subito però continua a guardarmi con sguardo perplesso realizzando la situazione per qualche secondo mandandomi in bestia.
Ha un'espressione tale che sembra avere il punto di domanda sulla testa.
Poi però per fortuna capisce tutto e scatta ancora più veloce di me, atterra i due tizi e la donna.
Gli dico:
"Usciamo velocemente di qua."
"Dalla porta principale sorellina? Sei matta? Con tutti quegli uomini armati? Cerchiamo un'uscita più sicura."
"Non c'è tempo, daranno sicuramente l'allarme, dobbiamo filare, sfrutteremo l'effetto sorpresa e ci alzeremo in volo filandogli via sotto il naso."
Mio fratello annuisce e ci precipitiamo fuori, indossiamo ancora la tuta bianca pesante stile pressurizzata.
Appena fuori faccio per alzarmi velocemente in volo ma non ci riesco: è come se avessero intensificato la gravità, mi alzo di circa qualche metro e poi levito galleggiando pesantemente senza riuscire a innalzarmi (probabilmente è l'effetto della tuta ma l'ho collegato solo da sveglia).
Devo farmi venire un'idea alla svelta e decido di provare così: siccome non riesco a innalzarmi visualizzerò un punto nel cielo lontano immaginando che sia lui a venire da me, e non viceversa.
Lo stratagemma funziona e schizzo velocemente verso l'alto: sono salva!!! Mi volto per vedere dov'è mio fratello e noto che ha usato il mio stesso trucchetto, mi sta venendo dietro in volo.
Atterriamo poi in una piazza della stessa città ma lontani da quel casino.
Ansimando dico:
"Uff ce l'abbiamo fatta, siamo al sicuro."
Mio fratello replica cupo:
"Non credo..." e indica un tizio tra la folla che si sta avvicinando a noi.
E' vestito di giallo e rosso e ha una faccia da psicopatico: è il famoso nemico dal quale dovevamo difendere il Presidente!
Gli dico:
"Oh no, erano tutti in combutta..."
Ci sistemiamo in posizione difensiva schiena contro schiena, pronti a scattare e combattere.
Dico:
"Pronto fratellone?"
"Prontissimo, sorellina."

4 sogno:
Sono in un posto che ho già visto, una scogliera.
So di esserci stata la settimana scorsa e di aver fatto il bagno nel mare (in sogno probabilmente).
Tuttavia oggi il posto è ricoperto dalla neve.
Rifletto su come cambino velocemente le condizioni atmosferiche.
Sopra la scogliera c'è una sorta di montagna/collina ricoperta dalla neve, la gente sta sciando o sta usando lo slittino.
Io detesto sciare ma mi piace lo slittino, penso che mi farò anch'io qualche discesa.
In quello arrivano le mie amiche Barbara, Katia e Vanessa e mi dicono che hanno affittato uno chalet sulla cima, se voglio c'è una stanza anche per me, così possiamo passare un po' di tempo in relax.
Approvo contenta.
Barbara mi pone una domanda:
"Per salire c'è una scala a chiocciola oppure una scala ripida di legno con gli scalini molto piccoli e stretti, quale scegli?"
Rispondo dopo averci pensat:
"Uhmmy, per me è indifferente, l'importante è che ci siano le balaustre e i passamani, non vorrei cadere nel vuoto, sceglierei quella che è provvista di queste cose."
Barbara si mette a ridere e replica che ovviamente entrambe hanno queste misure di sicurezza.
Per tutto quest'ultimo sogno sentivo in sottofondo, a ciclo ripetuto tipo colonna sonora, la canzone "It's Raining Men"

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 20 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Gen 20, 2011 7:07 pm

1 sogno:
Sono con mio marito in stazione, stiamo aspettando mio fratello perchè dobbiamo fare qualcosa assieme.
In quella mi suona il cellulare, rispondo ed è mio fratello.
Mi dice che non riesce a venire perchè è bloccato in un negozio ad Aurisina, un negozio che si chiama ARTE qualcosa (non credo che esista nella realtà).
Poi aggiunge che sa che sono una brava ragazza.
Gli rispondo ringraziandolo e nel mentre mi interrogo sul perchè mi dica queste cose.
Aggiunge subito che vorrebbe stare con me ma sa che proprio per questo motivo non farei mal del male alla persona che mi sta accanto.
Gli rispondo che le cose stanno proprio così.
Mi saluta un po' depresso.
Come chiudo la comunicazione guardo mio marito e dico, eludendo tutta la seconda parte della telefonata:
"Mio fratello ci tira pacco, non viene."
Mio marito replica sarcastico in romanaccio:
"E te pareva!"

2 sogno:
Sono un controllore di qualità delle Ferrovie dello Stato (almeno credo), sto esaminando la costruzione di alcuni treni.
All'improvviso passo accanto a un vagone dipinto di azzurrino dal quale arriva una puzza che mi fa star male.
Mi rendo conto che hanno usato materiali e vernici tossiche.
Mi dirigo dall'operaio che li sta dipingendo, sembra Super Mario coi capelli grigi e gli spiego la situazione pretendendo spiegazioni.
Salta fuori che l'idea di cambiare i materiali è stata sua, voleva provarli pensando che andassero bene.
Decido di non fare rapporto perchè sennò finirebbe sicuramente licenziato e ha una famiglia che non lavora, morirebbero tutti di fame.
Gli impongo però di aggiustare la situazione usando solo i materiali elencati sulla circolare ed eliminando le carrozze tossiche.
Sulla bolla di certificazione scrivo "Ok con l'impiego di questi questi e questi materiali."

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notti dal 21 gennaio 2011 al 24 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Gen 24, 2011 6:58 pm

Ho sognato diverse cose ma non ne ricordo nessuna.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 25 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Gen 25, 2011 7:12 pm

1 sogno:
Sono a casa di amici (mai vista una simile casa ma nel sogno è tutto ok) e sto facendo sesso con Ryoga Hibiki, un personaggio di Ranma 1/2.
Siamo sul divano sotto una coperta in pile.
Lui si comporta proprio come nel manga/anime dice anche tutto commosso:
"E' arrivata anche per me la primavera!!!"
Alla fine del sesso, gli chiedo se può trasformarsi in P-Chan (il porcellino nero che nel manga diventa quando si bagna con l'acqua fredda) perchè io adoro P-Chan!!!
Lui fa *puff*senza bisogno di acqua fredda e diventa P-Chan ^^
Me lo spupazzo tutto dandogli tanti bacini!!!

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 26 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Gen 26, 2011 10:37 pm

1 sogno:
Sono in un grande appartamento stile neoclassico con della gente, sono tutte ragazze come me.
Tra loro ci sono anche due mie colleghe (al risveglio ricordo una ma non ricordo chi fosse l'altra).
Stiamo parlando, e loro sono felici di sapere che ci sono anch'io, sembra che alcune abbiano una gran stima di me.
Però questo, invece di rendermi felice, mi causa un'improvvisa crisi di nervi e così scoppio a piangere singhiozzando istericamente, dicendo loro che io non ho la minima idea di cosa dobbiamo fare per salvare il mondo. O_O'

2 sogno:
Sono al lavoro, mi scappa la pipì.
Così mi alzo ed esco dalla stanza per andare al bagno, solo che invece di andare in bagno esco dall'azienda e comincio a vagare per la città sovrappensiero.
Dopo circa tre quarti d'ora mi rendo conto di quello che ho fatto e vado in panico: sono uscita in orario di lavoro senza badgiare, come lo giustificherò?

3 sogno:
E' praticamente uguale a quello di prima ma cambia l'ambientazione.
Sono a scuola, alle superiori, mi scappa pipì.
Esco dalla classe per cercare un bagno ma sovrappensiero esco dalla scuola e comincio a girovagare per Trieste senza una meta.
A un certo punto torno in mè, mi rendo conto di quello che ho fatto e vado in panico: come lo giustificherò con i professori?

4 sogno:
C'è il Consiglio di Amministrazione della mia azienda riunito, io sono fuori dalla sala (che non esiste) con alcuni colleghi.
Sappiamo che stanno discutendo della crisi economica e di come far fronte ad essa, poi mi rivolgo ad una collega e le dico che queste riunioni non servono a niente dato che l'intero sistema economico sta collassando, possiamo resistere un po' di più degli altri se siamo bravi, ma non serve, sta crollando tutto, meglio trovare soluzioni alternative e iniziare a pensare in maniera diversa.

5 sogno:
Sono con mio fratello, non ricordo nient'altro, però al risveglio provo un senso di appagamento totale.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 27 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Gen 28, 2011 7:07 pm

1 sogno:
Mi sto spupazzando un cucciolo di Bulbasaur, quel Pokémon erba carinissimo ^^
Gli do tanti bacini e gli faccio tante coccoline!!!

2 sogno:
preparo una strana ricetta a mio marito: pasta fatta in casa con uno strano sugo che tra gli ingredienti prevede anche la cioccolata bianca (mai cucinato nulla di simile).
Mio marito apprezza al punto che si mangia anche la mia porzione e mi dice:
"Oh scusa amore, credevo che l'avessi già mangiata."

3 sogno:
Sono con mio fratello, non ricordo nient'altro.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 28 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Gen 28, 2011 7:08 pm

1 sogno:
Sto volando scendendo le scale della mia vecchia scuola media.
Esco dal portone, sempre in volo, e mi metto a svolazzare per la strada ^^

2 sogno:
Sono con mio fratello, non ricordo nient'altro.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 29 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Sab Gen 29, 2011 7:13 pm

1 sogno:
Sono arrivati gli alieni e i media ne danno notizia.
Guardo il telegiornale, sembrano umani, solo che sono tutti abbronzati e con gli occhi scurissimi, di un nero profondo, tipo gli antichi egizi.
Sembrano amichevoli ma io so che non è così.
O meglio, non sono ostili verso gli umani, sono semplicemente neutrali, come tipo di comportamento sono simili a noi, adesso cercano alleanza e accordi amichevoli ma non sono "buoni", si fanno semplicemente gli affari loro, e ciò, attualmente, gli conviene.
Invece sono nemici di un'altra razza aliena di cui io, nel sogno faccio parte.
Cioè, sono umana, nata sulla Terra da genitori terrestri, ma sono anche aliena.
E non nel senso che ho una doppia personalità o un simbionte, tipo i Trill di Star Trek, sono entrambe le cose.
Da sveglia è difficile da spiegare, ma nel sogno è tutto chiaro.
Comunque so che questi sono nemici della mia gente.
Quindi nel sogno cerco di non farmi sgamare perchè potrebbero farmi del male.
Organizzano delle manifestazioni dove parlano dei loro usi e costumi agli umani, una sorta di scambio culturale.
Vado a vederli ma faccio finta di essere una normale umana.
So che anche loro hanno gente del loro popolo tra gli umani, non infiltrati, ma terrestri proprio come abbiamo fatto noi, il caso è lo stesso.
La sera vedo in volo le loro astronavi e navette, ormai considerate amiche, emettono una luce intensa di colore rosa/fucsia.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 30 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Gen 31, 2011 12:34 am

Stanotte ho sognato diverse cose ma non ricordo nulla.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

notte del 31 gennaio 2011

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Gen 31, 2011 7:12 pm

1 sogno:
Sono un Pokémon (in particolare Lairon) e mi sto evolvendo X_x'
O meglio, sono costantemente bloccata sulla schermata di evoluzione, vengo bombardata da una costante energia che attiva l'evoluzione ma non la completa.
Non è una cosa piacevole: sotto di me c'è un pavimento a specchio e vedo me stessa, in forma di Pokémon, riflessa, ma il riflesso non viene investito da questa energia.
La cosa mi causa stress anche se non è doloroso.
Da sveglia mi ricordo che non è la prima volta che faccio questo sogno, l'ho fatto anche nelle notti precedenti solo che non me lo ricordavo.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Diario dei sogni

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 15 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16, 17  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum