Diario dei sogni

Pagina 3 di 17 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10 ... 17  Seguente

Andare in basso

notte del 25 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Mar 25, 2010 11:02 am

1 sogno:
E' sera, mi materializzo con mio fratello nei pressi di casa mia.
Abbiamo appena finito di combattere, siamo di ritorno da una missione e mio fratello
mi sta accompagnando a casa a piedi passeggiando per le stradine attorno alla mia abitazione.
E' una sera d'estate, nell'aria si sente il profumo dei gelsomini, il canto dei grilli e delle cicale,
la natura è tutta bella verdeggiante.
Ogni tanto incrociamo qualche vicino di casa che mi saluta, sono o per strada o nei loro giardini, non sembrano fare caso al nostro abbigliamento.
Siamo vestiti con tunica stile antica grecia e sandali di cuoio, noto che mio fratello porta ben visibile la spada, ma nonostante ciò non si stupiscono, capisco che i vicini oramai si sono abituati alle mie stranezze.
Alzo lo sguardo verso il cielo e vedo una stella cadente.
Subito dopo ne vedo un'altra e poi un'altra ancora.
Stavolta non mi fanno paura, non sono le stelle che si staccano dal cielo (penso proprio così in sogno, come se avessi già vissuto qualcosa di simile) ma sono normali e bellissime stelle cadenti.
Esclamo:
"Fratellone, guarda che bello, quante stelle cadenti!!!"
Lui mi risponde:
"Oh è vero, oggi è il 14 luglio, avevano previsto uno sciame meteorico".
Ci fermiamo in mezzo alla strada, lui mi passa un braccio dietro alla schiena attorno alla vita e osserviamo meravigliati la pioggia di stelle: è uno spettacolo stupendo ^^
A un certo punto mi dice:
"Hei sorellina, esprimi un desiderio."
In quel momento vedo la stella cadente più bella e brillante di tutte e penso, concentrata e senza dirglielo:
"Desidero non essere mai più separata da mio fratello, voglio restare sempre con lui."
Gli sorrido e gli dico:
"Fatto! E tu non esprimi un desiderio?"
Lui mi risponde contento:
"Già fatto!"
Al che scoppiamo a ridacchiare contenti, siamo adulti ma dal comportamento sembriamo due bambini O_o'
Arriviamo davanti alla mia porta di casa, mio fratello si smaterializza e si teletrasporta via dicendomi:
"Ci vediamo domani, buonanotte sorellina."
Io gli rispondo:
"Buonanotte fratellone."
Suono e mi viene ad aprire mio marito.
Mi apre la porta del giardino e mi dice:
"Tutto ok?"
Io gli faccio un super sorrisone e la V della vittoria con la mano destra dicendogli baldanzosa:
"Missione compiuta!!!"
Poi aggiungo:
"Amore, stanotte ci sono le stelle cadenti, che ne dici se invece di dormire in camera mettiamo una bella trapunta nel giardino dietro al bosco e passiamo la notte a guardarle?"
Mio marito mi risponde:
"Ma guarda che le stelle cadenti ci sono ad agosto, oggi è il 14 luglio, ti confondi."
Io replico:
"Non è vero, uffa non mi credi, le ho viste prima!!! Hanno previsto uno sciame meteorico anche per oggi!!!"
Mio marito insiste:
"Ti sarai confusa, chissà cosa hai visto."
Io insisto:
"Ma no, ti giuro che è così, e poi le ha viste anche mio fratello."
Mio marito sorride sarcastico e beffardo e afferma:
"Oh... allora se le ha viste anche lui siamo a posto. Quello è svampito come te, non per niente è tuo fratello."
Io continuo a difendere le mie idee:
"Uffa sei cattivo, non mi credi, le ho viste veramente!!!"
In quello un UFO passa nel cielo sopra di noi, rallenta sulla verticale del nostro giardino e poi se ne va.
Io e mio marito lo guardiamo senza troppo stupore, come se avessimo visto un normale aereo.
Lui insiste:
"Secondo me hai visto i fuochi d'artificio che fanno alla baia e ti sei confusa."
Come dice questo nel cielo inizia uno spettacolo pirotecnico con i fuochi d'artificio.
Penso che ormai non mi stupisco più: so che mio marito altera la realtà con le parole ed i pensieri, so che pensa in "linguaggio macchina" però anche se lo so, la cosa mi fa rosicare, specialmente se usa questi trucchetti di bassa lega mentre stiamo discutendo.
Gli rispondo:
"Pensa quello che vuoi, io la pioggia di stelle cadenti l'ho vista, ed era bellissima!!!"
Detto ciò entriamo in casa.

2 sogno:
L'ambientazione è circa 10-12 anni nel passato.
Abito a casa di mia nonna e sto rincasando la sera.
Voglio andare subito a dormire: il giorno dopo ho l'esame di Diritto Amministrativo.
Come faccio per chiudere gli scuri e mettermi a letto la notte si trasforma nel giorno: praticamente la notte si annulla (non è la prima volta che lo sogno e quando ciò succede sono sempre nella mia cameretta a casa di mia nonna) e in cielo compare il sole già alto.
Non posso nemmeno dormire: devo andare subito all'esame!!!
Ho studiato ma mentre penso questo vado in panico e mi sembra di dimenticare tutto.
Inoltre mentre sono sull'autobus vado in panico perchè non ricordo se mi sono iscritta o meno: a quest'ora avranno già ritirato le liste!!!

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 26 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Mar 26, 2010 7:28 pm

1 sogno:
Sono in una sorta di palazzo con uffici amministrativi: è costruito come quei palazzi d'epoca dell'800, molto bello ed elegante, e ci sono un sacco di uffici.
Sembra un municipio, un palazzo della regione o un palazzo del governo.
Prendo l'ascensore con una signora che nel sogno conosco bene, nella realtà no (mi rendo conto che è la stessa del 4 sogno della notte del 1 marzo).
L'ascensore si muove in tutte le direzioni, non solo in alto e in basso, va anche a destra, a sinistra, davanti e dietro.
(Non è la prima volta che sogno simili ascensori, nella realtà non li ho mai visti ma in sogno sono comuni.)
Quando l'ascensore inizia a muoversi dico alla signora che è con me (mi pare che lavori là dentro):
"Oh ma allora questi ascensori esistono anche in realtà, e io che li avevo visti solo in sogno."
La signora mi sorride e mi risponde:
"Perchè, ne dubitavi?"
Nell'ascensore ci sono altre due persone che parlano tra di loro, sento un discorso sul DNA che dal 9 maggio inizierà ad aumentare la velocità di mutazione in maniera esponenziale.

2 sogno:
Vado in vacanza a Creta con mio marito, ma con notevole sgomento mi accorgo che ci mettono per errore in una stanza per famiglie con una signora con due marmocchi pestiferi.
Sono notevolmente seccata poichè così non c'è proprio privacy.
Il mare che si vede da una scogliera però è stupendo e cristallino.

3 sogno:
La mia gattina deve partorire (è vero ^^ devo essere stata influenzata dall'ansia pre-parto) e non so perchè io e mio marito siamo sempre via di casa con gattina al seguito che sta per partorire nei posti più pericolosi e impensabili.
Siamo entrambi angosciati e abbiamo paura che muoia Sad

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 27 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Sab Mar 27, 2010 12:31 pm

Per tutta la notte ho fatto un sacco di sogni inquietanti e angoscianti di cui non ricordo assolutamente nulla.
Ho dormito malissimo Sad

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 28 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Dom Mar 28, 2010 5:58 pm

Dunque, oggi ho dormito solo per un quarto della notte perchè la mia gattina ha fatto i cuccioli e sono stata sveglia con lei per aiutarla nel parto ^^
Per quel quarto di notte ho fatto 1 solo sogno che ricordo, i seguenti invece erano confusi sfuggenti, incasinati e anche angoscianti ma purtroppo non ricordo nulla.

1 sogno:
Sono incorporea e immateriale, in forma di spirito, sto volando, ma agli altri sono invisibile.
Mi vedo piccola piccola in forma di farfallina o di fatina-pixie, tipo le fatine della disney per capirci, trilly e amiche.
A un certo punto davanti a me compare un gigante, è talmente grande che mi ritrovo a svolazzare davanti al suo occhio sinistro (essendo di fronte a me io lo vedo alla mia destra) e vedo solo quello.
L'occhio è di un blu profondo, non so a chi appartenga, non so nemmeno se sia maschio o femmina, vedo solo la pupilla blu blu.
Essendo uno spirito, incorporea e immateriale entro dentro a quest'occhio, ci passo attraverso svolazzando.
All'interno però non sono in un occhio umano o comunque in una parte del corpo, ma mi ritrovo al centro di un vortice, anch'esso blu, ma di tutte le tonalità di blu esistenti, che pulsa e gira attorno a me.
Vengo bombardata da sensazioni, immagini, ricordi, emozioni, informazioni.
Ma sono talmente tante che non riesco a ricordarne nemmeno una, ricordo solo che sono troppe e mi sento quasi in overdose di dati ricevuti: tutto questo è troppo, mi bombarda, mi colpisce, rischia di annientarmi.

Poi per tutto il resto del poco tempo che ho dormito ho fatto sogni agitati che non ricordo.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 29 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Mar 29, 2010 10:43 am

1 sogno:
Sono con mio marito in macchina su una strada piena di tornanti di ghiaccio: stretti, incurvati, scivolosi e posti su degli strapiombi.
Stiamo inseguendo suo padre nella macchina davanti che sta guidando come un pazzo rischiando di precipitare ad ogni burrone.
A un certo punto mi arrabbio e faccio valere le mie ragioni:
"Hei, guarda che tuo padre è ormai condannato e io non ho nessuna intenzione di rischiare la mia vita per salvarlo!!! Cosa che nemmeno tu dovresti fare. Quindi adesso freni, facciamo dietro front e ce ne torniamo a casa nostra, cazzo!!!"

Poi per il resto della notte ho fatto un sacco di sogni agitati che non ricordo.
So solo che ho dormito malissimo e sono sempre più stanca O_o'
Stamattina ho anche un mal di testa assurdo.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 30 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Mar 30, 2010 10:00 am

1 sogno:
Stiamo combattendo contro un mostro enorme (grande come un autobus all'incirca) informe e che sembra un'ameba, l'ambiente attorno è molto cupo e buio, sembra una palude.
Il mostro è fatto di una sostanza simile a gelatina elastica.
Siamo in tre: io, mio fratello e un'altra persona.
So che si tratta di un amico di mio fratello e che si chiama Thor (temo che la mia mente inconscia sia ormai andata a farsi benedire... sorry O_o').
Ha i capelli corti castano scuro, indossa una tunica da mago di colore scuro (non ricordo se nero, blu scuro o antracite) lunga fino alle caviglie, con le maniche lunghe e il cappuccio che però non indossa ma porta ricadente sulla schiena.
E' un tipo affabile e simpatico, per capirci sembra il classico bravo ragazzo molto carino che presenteresti speranzosa alla tua migliore amica che ha appena avuto una brutta delusione d'amore ^^
Mio fratello e il suo amico erano già là a combattere, io li ho raggiunti dopo per dar loro una mano.
L'amico di mio fratello combatte lanciando incantesimi.
So che è un mago elementarista specializzato nella sfera dell'aria, in particolare fenomeni elettrici.
Sta infatti bombardando la creatura nemica di fulmini, fulmini a catena, tuoni, lampi, evoca anche dei fulmini globulari dotati di consapevolezza e volontà propria che si scagliano contro il nemico come dei siluri autocercanti, si allontanano e tornano all'attacco.
Sono stupita dall'efficacia della sua magia: non sono mai riuscita a scagliare fulmini così potenti, ma d'altronde è la sua specialità.
La creatura nemica inoltre è debole ai fenomeni elettrici: infatti oltre all'amico di mio fratello che gli scatena contro un inferno elettrostatico lo colpiamo anche noi con magie dello stesso tipo.
Io richiamo dei normali fulmini dall'atmosfera e glieli faccio impattare addosso.
Mio fratello ha lanciato una magia incantando temporaneamente la sua spada con il potere atmosferico delle tempeste e combatte con essa.
Il mostro in realtà è immune alle ferite d'arma, però lo scopo dell'attacco è di fargli penetrare la spada in profondità e colpirlo dall'interno con la stessa magia che lo sta colpendo all'esterno.
Il combattimento è molto duro: anche se il mostro risente molto del tipo di attacchi portati a segno, risulta estremamente forte e resistente.
Come se non bastasse, pur essendo enorme non risulta affatto lento e bisogna far attenzione a schivare tutti i suoi attacchi.
Grazie al nostro attacco combinato scateniamo comunque una vera e propria tempesta di fulmini di proporzioni inaudite.

2 sogno:
Sono nei pressi di casa di mio padre e sono inseguita da delle creature oscure che si generano dall'acqua stagnante e malsana.
Ha appena finito di piovere e man mano che avanzo vedo altre pozzanghere sporche e fangose: da queste pozzanghere emergono queste creature incorporee ma pericolose che cercano di scagliarsi su di me.
Decido di scappare in volo: sarò più veloce.
Così mi precipito in volo verso il palazzo dove abita mio padre: l'idea è quella di andare a casa e consigliarmi con lui, saprà sicuramente darmi un buon consiglio in modo che me la possa cavare.
Vedo che però il palazzo è assediato da queste creature: prendo quindi l'ascensore ma sbaglio piano e finisco al cinquantesimo (la casa ha 4 piani nella realtà, non è così alta).
A questo piano incontro la mia amica e collega Cristina (è amica e collega anche in realtà) e mi preoccupo per lei: qua è molto pericoloso, dovrebbe andarsene subito!!!
La mia amica però mi mostra il ciondolo che porta al collo: è un cuore d'ambra lavorato con dell'oro in maniera molto semplice ma di grande effetto (è diverso da quello sognato il 15 marzo e sopra riportato).
Capisco quindi che questo è il segno che anche lei sa usare la magia ed è una mia alleata.
Decido quindi che combatteremo assieme le creature e ci sosterremo a vicenda.
Rientriamo in ascensore e mi rendo conto che posso vedere attraverso lo specchio.
Osservo e vedo il vero nemico, colui che sta manovrando le creature (da sveglia mi rendo conto che è lo stesso tizio che in diversi incubi mi aveva attaccata entrando in camera mia attraverso un portale da lui aperto prendendo la forma di avvoltoio, quello che avevo soprannominato il coso giallo poichè è circondato da un'aura di colore giallo intenso).

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 31 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Mar 31, 2010 8:49 am

1 sogno:
Sono con mio fratello, stiamo combattendo contro qualcosa, non ricordo nulla se non che il combattimento è particolarmente stancante ed impegnativo.
Stamattina infatti sono davvero KO, stanchissima come se non avessi dormito affatto.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Riassunto dei sogni precedenti :P

Messaggio  Hell Kaiser il Mer Mar 31, 2010 9:23 am

Scusate non ho avuto tempo, metto qui 3 sogni che mi ricordo che ho fatto negli ultimi giorni:

I sogno:

Vengo catturato da una donna che ha la fama di essere una "mantide religiosa", in pratica rapisce gli uomini per seviziarli e stuprarli per poi ucciderli. Io sono consio di ciò e difatti la donna mi fa di tutto (tralascio i particolari perchè molto poco gradevoli, neanche io voglio ricordarmeli), pianifico di ucciderla ma per farlo lei deve credere di avermi sottomesso, quindi mi comporto come tale, dato che in real sono un appassionato di GCC e in particolare di Yu-Gi-Oh! quando mi dice che vorrebbe tanto una determinata carta io prendo il mio raccoglitore e vedo che ne ho una copia molto rara (le stesse carte possono uscire in diverse edizioni con le rarità cambiate) e decido di regalargliela, la carta in questione è un Gladiatore Bestia Samnite Super Raro (questa edizione della carta è uscita realmente in Italia nelle Turbo pack 1).

II sogno:

Sono stato catturato dagli alieni e portato in una struttura dove tengono altri umani, non è una vera e propria prigione, sembra più una sorta di "scuola" con orari ben fissi per i pasti e altre attività. Gli alieni non sono distinguibili dagli umani, hanno lo stesso aspetto. Mentre giro per l'istituto (non ci era consentito uscire al di fuori ma all'interno potevamo circolare liberamente) incontro una ragazza con i capelli mori tagliati corti. Mi piace e tento di abbordarla (moglie non essere gelosa), le parlo ma lei non sembra molto interessata, mi risponde ma sembra piuttosto distaccata. Ad un certo punto non ricordo cosa ho detto ma lei si gira e mi da un bacio sulle labbra. Io rispondo "Accidenti! Mi piacciono le donne pratiche!". lei mi domanda "Vieni anche tu stasera lì?". Nel sogno sapevo a cosa si riferiva, un luogo all'esterno dell'"istituto" alchè chiedo "Uhm, ci portano "loro"???" ben sapendo che non potevamo andarcene da soli, lei mi risponde, quasi seccata, con un "Umph".

Dopo che mi sono svegliato ho realizzato che era probabile che la ragazza fosse uno degli alieni Razz

III sogno:

Sono nella cameretta che abitavo quando vivevo a casa dei miei, ma assieme a me c'è il mio capo -.- Litighiamo furiosamente perchè lei non riconosce la mia laurea in Ingegneria -.-

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

pomeriggio del 31 marzo 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Mar 31, 2010 5:55 pm

1 sogno:
Sono con mio fratello, non ricordo in quale luogo.
Siamo in piedi e mi sta tenendo abbracciata stretta, lo abbraccio anch'io e appoggio la testa sul suo petto rilassandomi.
Mi sento protetta e al sicuro, sto benissimo, mi sembra che questo momento non passi mai, mi da una sensazione di tempo infinito.
Sento che dal suo corpo promana una calda energia che entra dentro di me e mi rilassa confortandomi e levando tutta la stanchezza che ho accumulato, credo abbia lanciato una magia di quelle che levano la stanchezza e la fatica.
A un certo punto inizia ad accarezzarmi i capelli e mi dice:
"Tra poco è il tuo compleanno."
Io lo guardo e gli dico:
"Oh... è vero." (E' il mio compleanno anche in realtà, sono nata l'8 aprile ^^)
Mi da quindi un oggetto in mano, non ricordo cosa fosse, mi sembra solo che sia fatto in ambra.
Mi dice sorridendomi con calore:
"Questo è il mio regalo per te."
Io osservo l'oggetto e so che mi piace tantissimo, sono davvero felice.
Mio fratello aggiunge:
"Portalo sempre con te, mi aiuterà a ritrovarti, sorellina."
Io annuisco risoluta e poi mio fratello torna di nuovo a stringermi a sè.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 1 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Apr 01, 2010 9:25 am

1 sogno:
Sono al lavoro, però l'azienda dove lavoro è situata in un altro luogo, precisamente a casa di mia nonna.
Inoltre i colleghi non sono solo quelli attuali ma anche quelli dell'azienda dove lavoravo durante il periodo dell'università.
La prima cosa che noto è che ho con me l'oggetto che mi ha regalato mio fratello (vedi sogno precedente, pomeriggio 31 marzo 2010).
Stavolta noto qualche dettaglio in più: è in ambra, è un monile, ma non capisco se sia un bracciale, un ciondolo, una collana o un oggetto decorativo.
In realtà mi sembra che l'oggetto cambi forma: è tutte queste cose assieme, un momento l'ho in mano ed è un'ambra a forma di piramide, poi diventa un bracciale, sempre in ambra, che porto al polso sinistro, poi un ciondolo e così via.
Percepisco inoltre da esso una forte energia protettiva che mi avvolge: l'oggetto è magico ed è davvero potente.
Sono felice di aver verificato e constatato la sua presenza, ho promesso a mio fratello che l'avrei portato sempre con me perchè lo aiuterà a ritrovarmi.
Accanto a me è seduta la mia amica e collega Cristina, quando facciamo pausa assieme le mostro felice il regalo di mio fratello.
Lei lo osserva e dice:
"Wow che bello, tuo fratello ha davvero buon gusto!"
Le rispondo:
"Vero? Lo credo anch'io."
Lei continua:
"Anch'io ho preso dei regali per le mie sorelle." (Ha davvero delle sorelle.)
Mi mostra quindi dei ciondoli in argento e cristallo di quarzo ialino davvero splendenti e sbrilluccicosi, mi piacciono tantissimo e sono sicura che piaceranno anche alle sue sorelle.
Poi finiamo la pausa e torniamo a lavorare.
L'orario di lavoro termina in fretta e la mia collega se ne va, dimenticando però la borsa con i ciondolini.
La prendo io così poi le telefono e gliela consegno.
In quel momento uno dei superiori (tra l'altro è una collega dell'azienda dove lavoravo prima) mi ferma e mi dice:
"Ci servirebbe che tutti si fermassero in straordinario."
Gli rispondo:
"Mi dispiace, non posso proprio restare un'ora in più."
La collega mi replica:
"Un'ora? A noi servirebbe tutto il giorno, siamo messi proprio male."
Trattengo a stento un sorrisino sarcastico mentre penso "cazzi loro" e replico invece con un educato:
"Mi dispiace davvero tanto, ma come ho detto non posso proprio restare."
Così me ne vado.
Mentre scendo le scale incontro mia nonna con le borse della spesa.
La saluto e la abbraccio ma vedo che lei è arrabbiata con me anche se non ne capisco il motivo.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 2 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Apr 02, 2010 9:01 am

1 sogno:
Ho sognato l'Ikea, l'azienda di mobili svedesi, non ricordo a che proposito.

2 sogno:
Sono con mio marito sulla Scala dei Giganti, quella che porta al Tempio di Giove (esistono entrambi a Trieste).
Stiamo scendendo dal lato sinistro, quello verso Corso Italia.
Superiamo la fontana di chiaro simbolo fallico (esiste anche quella, i triestini la chiamano simpaticamente "il cazzone") e ci apprestiamo a discendere l'ultimo tratto.
Sto discutendo con mio marito perchè è preoccupato per me, mi vede troppo debole e pensa che io sia malata, vuole assolutamente che vada farmi vedere da un medico.
Gli dico:
"Non ho nessunissima intenzione di farmi vedere da un medico, mi farebbero delle analisi, ti ricordo che ho il DNA instabile."
Lui mi replica affranto:
"Amore e se tu dovessi morire di tumore? Non ho nessuna intenzione di perderti, soffrirei troppo."
Io lo rassicuro dicendogli:
"In tal caso rigenererò, non devi preoccuparti, è normale che stia male col DNA che sta mutando. Comunque dal 9 maggio (è la terza volta che sogno questa data) il processo accelererà, probabilmente starò ancora più male ma alla fine si stabilizzerà, quindi non preoccuparti troppo, andrà tutto bene, e poi non posso morire, hai promesso che mi avresti protetta per tenermi in vita almeno sino al 21 settembre 2012 (di nuovo anche questa data, e quando l'ho sentita 10-12 anni fa in sogno, guarda caso ero al tempio di Giove, proprio da dove stiamo scendendo adesso), poi non ci sarà più nulla di cui preoccuparsi."
Dall'altro lato della scala sento un casino pazzesco, gente che urla, una signora che si dispera.
Osservo e vedo una bambina di circa 5 anni che si sta arrampicando sui decori esterni della scala, ci sono delle statue (non ricordo che ci sono anche nella realtà, non ci ho mai fatto attenzione).
Fattostà che la bambina scivola e precipita, sfracellandosi a terra mentre i genitori piangono disperatamente.
Copro gli occhi con la mano a mio marito e gli dico:
"Amore, non guardare ti prego."
Voglio proteggerlo dalla visione, è troppo triste e straziante (adesso che sto scrivendo il sogno mi è venuto in mente che la bambina potrebbe essere una mia allegoria... forse dovrei fare qualche analisi per evitare di sfracellarmi, in sogno non mi è venuto in mente X_x')
Guardiamo così da un'altra parte, precisamente le colline di fronte alla scala dove nella realtà è collocato l'obelisco di Opicina.
Nel sogno però non c'è l'obelisco ma c'è una colonna dorica di alabastro enorme, in sogno mi pare naturale che sia là, c'è sempre stata.
Guardo sovrappensiero la colonna e vedo che inizia a vacillare, come se fosse davanti a una fonte di calore, tipo miraggio.
La colonna si duplica, poi si duplica ancora, e man mano sotto ai miei occhi sulla collina si ricostruisce da solo un tempio greco.
Prendo la mano di mio marito, gliela stringo e gli dico:
"Oh mamma lo vedo... lo vedo... lo sto vedendo... è il Tempio di Dioniso... è comparso..."
(Nella realtà a Trieste non c'è mai stato nessun Tempio di Dioniso secondo le fonti storiche. Ve ne era uno di Mitra ma non di Dioniso.)
Non so se mio marito lo sta vedendo ma io continuo a guardarlo incantata e preoccupata: so che da un lato è un buon segno, dall'altro no, nel sogno comunque mi rende consapevole che è in atto un cambiamento.
A un certo punto arriva Davide, un mio collega di lavoro (esiste davvero, abbiamo lavorato assieme sia all'area sinistri che attualmente all'area commerciale), mi saluta e mi dice con solennità:
"Faccio parte del Pantheon di Asgard, mi sono incarnato sulla Terra per combattere."
Annuisco pensando che non immaginavo che ci fosse anche lui (non ho la minima idea di chi sia questo "lui") e continuo ad osservare il Tempio di Dioniso mentre lo osserva anche il mio collega.
(Se prima avevo qualche vago sospetto di sognare per archetipi di mitologia nordica, dopo questo sogno ne ho decisamente la conferma. La cosa strana è che mi è sempre piaciuta molto la mitologia greca ma della nordica non ne sapevo praticamente nulla. O_o')

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 3 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Sab Apr 03, 2010 11:31 am

1 sogno:
Sono con mio fratello a Venezia, indietro nel tempo, nella Venezia rinascimentale.
Viviamo là, è una vita e un'esistenza precedente.
Di famiglia siamo nobili e ricchi, i nostri genitori sono morti e mio fratello si occupa degli affari di famiglia.
Commerciamo e navighiamo, gli affari fruttano bene e mio fratello si occupa anche di attività politica muovendone le fila standosene però occulato e usando i suoi contatti come pezzi su una scacchiera.
A volte parte anche lui in viaggio per nave e a volte lo seguo anch'io, cosa che dalla società che ci circonda non è affatto approvato: una donna di buona famiglia per mare!!!
Tuttavia ce ne freghiamo della morale comune e continuiamo a vivere come ci piace.
Sono a passeggio con mio fratello sotto braccio nella zona attorno a San Marco, la Venezia rinascimentale è davvero bella ^^
Indosso un abito rosso bordeaux di uno splendido velluto damascato con dei disegnini floreali (penso siano i classici tessuti veneziani d'epoca, quelli pregiati che si importavano dall'oriente e poi si lavoravano) e ho i capelli bene acconciati che mi ricadono sul viso a boccoli.
Passiamo una bella giornata a passeggiare e a guardare i negozi e le botteghe dei mercanti, andiamo anche a prenderci un the con i biscottini (dubito che all'epoca esistessero i bar, ma nel sogno lo facciamo ^^)
Poi mio fratello mi porta da un'artigiana che lavora le pietre preziose: vuole mostrarmi il suo regalo di nozze.
Praticamente so che sto per sposarmi, nel sogno non ho idea di chi dovrebbe diventare mio marito, so però che è una sorta di matrimonio di facciata, una copertura che però va attuata per non avere problemi.
Il futuro sposo sa che le nozze saranno una copertura, ma ha accettato perchè ovviamente ne ricava dei vantaggi economici, sociali e politici.
Non sono ansiosa di sposarmi e nemmeno mio fratello salta di gioia all'idea di vedermi sposata ma è una cosa che va fatta.
Entriamo così nel laboratorio artigianale e mio fratello mi mostra una parure di rubini stupendi lavorati con dell'oro: c'è una collana, un bracciale, un anello, degli orecchini, una spilla, un decoro per capelli... il lavoro seppur non finito è stupendo e superbo.
Capisco che ha fatto utilizzare dei rubini purissimi trovati durante uno dei suoi viaggi.
Mio fratello mi spiega che ha portato all'artigiana dei disegni di antichi monili magici e che ha chiesto di farne la riproduzione perfetta: i monili oltre ad essere molto belli e preziosi avranno anche lo scopo di proteggermi quando saranno finiti.
Penso che tutto ciò gli costerà un patrimonio ma non replico, le volte che ho provato a farlo mi ha sempre detto che di tutte le cose e le ricchezze che possiede io sono la più importante e l'unica che gli interessa veramente.
Salutiamo l'artigiana che torna al lavoro sul mio regalo di nozze ed usciamo con l'intenzione di andare a casa.
In una calle nei pressi di San Marco subiamo un agguato e veniamo circondati da delle guardie ecclesiastiche con lance e picche.
Finiamo nelle mani della Santa Inquisizione: qualcuno deve averci tradito.
Ci condannano a morte con queste accuse: mio fratello viene accusato di stregoneria e di pratica della arti occulte. Io vengo accusata di essere una strega e di avere rapporti incestuosi con mio fratello. L'artigiana viene accusata di eresia e pratica delle arti alchemiche.

2 sogno:
Sono con mio fratello, stiamo combattendo come al solito (lui spada e magia, io magia) contro vari nemici.
I combattimenti non sono difficili, i nemici sono proprio delle pippe.
Il problema è la situazione: praticamente balziamo velocemente da un punto all'altro dello spazio, del tempo e delle dimensioni, è una cosa molto caotica e improvvisa.
Il vero problema è, visto che entriamo a far parte del mondo che ci circonda, riuscire a ricordare chi siamo e cosa dobbiamo e possiamo fare.
Praticamente l'ordine di difficoltà è questa:
1- riuscire a rimanere assieme e non essere sballonzolati in due punti diversi, quando ce la facciamo è tutto più facile perchè siamo sempre fratello maggiore e sorella minore, cresciamo assieme e ci diamo forza e sostegno l'un l'altro aiutandoci a ricordare.
2- non essere assorbiti totalmente dall'ambientazione e ricordare cosa dobbiamo fare
3- non dubitare delle nostre capacità e possibilità nonostante chi ci circonda ci faccia pensare il contrario
4- combattere
Quando ricordiamo in alto a destra (tipo Ultima On Line ^^) compare una sorta di mappa tridimensionale, è la mappa del tempo.
Praticamente c'è una ruota bidimensionale che gira su se stessa in un circolo infinito senza fine (il tempo ciclico) ma non solo: il cerchio ruota anche su sè stesso, e non solo attorno a un punto prestabilito, ma attorno a tutti i suoi punti e in tutte le direzioni. Questo movimento che sembra caotico ma ha un suo ordine in realtà genera una sorta di "sfera infinita" senza confini e limiti.
All'interno di essa ci sono tutti i tempi, tutti i luoghi e tutte le dimensioni possibili, ma essendo infinita non sono nemmeno tutti stati creati.
E' possibile muoversi all'interno di essa da un punto di partenza ad un altro, senza limiti o vincoli.
E' quello che dovremmo fare dato che so che dobbiamo arrivare il un punto particolare, ma non capisco perchè non abbiamo il controllo della scelta della direzione come dovrebbe essere, e veniamo sballottati in queste diverse ambientazioni.
Comunque, quando ci rendiamo conto di chi siamo e di cosa siamo venuti a fare, affrontare e sconfiggere i nemici è facilissimo, non c'è paragone con quelli che siamo di regola abituati a combattere.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Notte del 3 Aprile

Messaggio  Hell Kaiser il Sab Apr 03, 2010 11:57 am

I Sogno:

Sto giocando a Final Fantasy XIII e sto affrontando una "Battaglia Esper" (ovvero una di quelle per guadagnarsi l'evocazione con uno dei personaggi) per Vanille. La prima volta riesco però noto che c'era un oggetto sul pavimento che mi incuriosisce. Decido di ripetere la battaglia e stavolta raccoldo una "spada maledetta" la scaglio contro l'esper e lui cade a terra come se avessi vinto... in realtà si trasforma in un mostro ancora più potente: Il Treant.
Un Treant dovrebbe essere così:

Ma nel sogno era rosso e sembrava più un Behemot


Capisco che non sono potente a sufficienza per affrontare questo mostro e decido di scappare.


II sogno:

Sono a fare un corso per lavoro, quando l'insegnante decide di portarci in un luogo interessante "come l'altro lunedì", nel sogno mi ricordo che "l'altro lunedì" non ero presente quindi non so cosa intenda l'insegnante. Ci porta in una sorta di edificio con una rampa di scale. Scendiamo la rampa e all'improvviso il senso si inverte e ci ritroviamo a salire, capisco che la rampa di scale è un'illogica e il nostro compito è quello di trovare l'uscita. Adesso ad ogni piano ci sono delle porta tra cui un bagno (e mi prendo degli insuilti da una ragazza che mi accusa di "sbirciare" quando in realtà non sapevo nemmeno che fosse un bagno Razz e su un pianerottolo assistiamo ad una rapresentazione di un ufficio di cui fanno parte sia uomini che donne ma noto che gli uomini sono molto molesti con le donne facendo dle vero e proprio "mobbing". Cerco di nuovo l'uscita ma torno di nuovo a questo pianerottolo con la rappresentazione... la scena cambia, stanno facendo tutti sesso e c'è un sacco di gente che guarda interessata (compreso me Razz) vedo altra gente invece che sta guardando una specie di film sedta di fonte ad uno schermo grande di quelli ceh si usa per le proiezioni "casalinghe" (molto più piccolo di uno schermo da cinema per intenderci). Quando mi rivolto verso la "scena di sesso" vedo che c'è solo un uomo, vestito elegante, che mi guarda.
Lui mi domanda: "c'è qualcosa che vuole guardare in particolare?"
Io: "non lo so, la scena di prima non mi sembrava male!" e sorrido sornione.
Lui inizia a guardarmi male e poi d'un tratto si avviocina e sembra riconoscermi. Non ricordo cosa mi dice ma aveva il tono di un rimprovero, tra quelli che stavano guardando la proiezione si alza Marco, una persona che conosco(anche in real) che indicandomi dice "non star a perdere tempo con lui, non ha sogni!"
Non capisco che significa ma dopodichè mi sveglio.

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 4 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Dom Apr 04, 2010 10:01 am

1 sogno:
Sono con mio fratello, siamo in piedi sul tetto di una casa di un villaggio.
Ci stiamo abbracciando, è quasi sera, il sole è appena tramontato.
Sul tetto della casa assieme a noi c'è un cinghiale enorme che grufola contento: lo conosco, so che è legato a mio fratello, sono amici (è lo stesso che mi ha tirata fuori dai guai nel 3 sogno della notte del 28 febbraio ^^).
Mio fratello mi tiene stretta e mi dice:
"Sorellina, mi manchi così tanto, senza di te mi sento così solo."
Io lo guardo negli occhi e gli dico:
"Oh fratellone, è lo stesso anche per me."
In quel momento mi viene in mente che potrei facilmente risolvere il problema raccontandogli tutto!!!
Gli dirò chi sono attualmente, come mi chiamo, dove abito, cosa faccio nella vita,
gli darò anche il mio numero di telefono così potrà ritrovarmi facilmente.
Come mi viene in mente questo pensiero però non lo attuo e me ne dimentico subito perchè vengo distratta:
un oggetto dal cielo (che non vedo, non so cosa sia) cade in testa a mio fratello e lo colpisce
dandogli una bella botta.
Mio fratello non è ferito dall'impatto, si lamenta solo un pochino, ma la scena è molto demenziale e manghesca o_O'
Il cinghiale vicino a noi grufola ancora più contento, sembra quasi che se la stia sghignazzando.

2 sogno:
Sono sempre con mio fratello, siamo in una stanza di forma ottagonale arredata tipo salottino con un divano rotondo e bianco in pelle al centro della stanza, sembrano quelli di Divani & Divani.
La stanza non ha pareti ma vetrate: capisco che siamo in una costruzione altissima al centro di Torino (mai stata a Torino in vita mia) tipo grattacielo o torre.
Siamo molto più in alto rispetto alle altre costruzioni della città, da dove siamo noi abbiamo una visuale completa di tutte le costruzioni e il paesaggio.
Fuori sta cadendo una neve incessante, c'è tempesta di neve, con molto vento, è notte, fuori è buio, il maltempo imperversa e la neve ricopre tutto.
Mio fratello mi sta tenendo abbracciata stretta e a un certo punto mi dice:
"Ti prego sorellina, non svegliarti, resta ancora un po' con me, mi manchi tantissimo."
Io gli rispondo:
"Anche tu mi manchi tantissimo, non è giusto, dovevamo stare e crescere assieme."
Poi aggiungo:
"Oh ma quindi funziona così? Basta non svegliarsi?"
Lui fa un sorrisino e uno sguardo sornione e beffardo e replica:
"In realtà la cosa è un pochino più complicata, ma per stavolta posso eludere le regole."
Mio fratello torna ad abbracciarmi, però da dietro, mentre siamo appoggiati ad una delle vetrate e osserviamo la nevicata incessante che ricopre tutto, mi scosta i capelli sul lato destro e inizia a baciarmi sul collo.
Mi abbandono completamente a lui e gli dico maliziosa:
"Mi piace quando eludi le regole fratellone."
A un certo punto mentre guardiamo la tempesta di neve mi dice:
"Sorellina, hai freddo?"
Io rispondo:
"No, sto bene."
Lui replica:
"Non essere testarda, così prenderai freddo."
Si allontana un attimo e va sul divano a recuperare una grande coperta in pile, grande ma leggera e calda.
Torna da me che sono ancora accanto alla vetrata e mi avvolge nella coperta in modo da farmi stare al caldo, poi torna ad abbracciarmi sempre da dietro.
Continuiamo ad osservare la neve che cade incessante sulla città e a un certo punto gli dico:
"Fratellone, c'è qualcosa che non va nel calendario, quanti sono i mesi dell'anno? Dodici?"
Mi risponde:
"In realtà sono tredici, come i pianeti di questo sistema, ma il tredicesimo mese che si chiama XXX (nel sogno mi dice il nome, io lo ricordo e lo riconosco ma da sveglia me ne sono dimenticata) è stato ormai dimenticato.
Una volta il tempo veniva computato in modo diverso, c'erano 12 mesi di 28 giorni, ciascuno con 4 settimane, e poi a seconda della rivoluzione terrestre e di quella solare di anno in anno il tredicesimo mese aveva un numero di giorni variabile.
Il tredicesimo mese era considerato sacro, in quanto era libero da vincoli e da regole, non vi erano nemmeno i giorni della settimana che negli altri mesi invece erano fissi e non mutevoli come adesso.
Si festeggiava il tredicesimo mese in totale libertà: senza vincoli, regole, assurdi moralismi autoimposti, durante questo periodo ognuno faceva quello che voleva.
Poi coloro che avevano interesse a controllare e manovrare la razza umana decisero che un periodo di tempo così lungo senza limiti imposti era qualcosa di sfavorevole e pericoloso e lo abolirono modificando il calendario.
La cosa paradossale è che coloro che erano convinti di esercitare il controllo in realtà così facendo si autoimponevano essi stessi dei limiti facendosi del male.
Ho sempre sostenuto che la cosa migliore è essere liberi da vincoli e regole assurde e vivere facendo sempre quello che ci piace, seguendo solamente le regole basilari della natura al fine di mantenere il suo equilibrio. Gli animali sono molto più saggi."
Gli rispondo:
"Hei fratellone ma lo sai che stavo pensando proprio alle stesse cose?"
Lui replica dandomi una carezza:
"Lo so sorellina, stai cominciando a ricordare."

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 5 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Apr 05, 2010 12:22 pm

1 sogno:
Sono con mio fratello. Non ricordo dove, non ricordo cosa stiamo facendo nè cosa ci siamo detti.

2 sogno:
Sono con mio fratello in un bosco stupendo.
Stiamo camminando lungo un sentiero di terra che serpeggia attraverso di esso tenendoci per mano.
Il bosco è meraviglioso: le piante sono verdissime, si sentono profumi fantastici nell'aria, gli uccellini cinguettano, si sentono i suoni degli animali, il sole fa capolino tra le fronde scaldando delicatamente e il vento agita le foglie, il suono che producono sembra quasi un discorso, sembra quasi che comunichino tra loro attraverso il vento.
Dalla natura che vedo la stagione dovrebbe essere primavera inoltrata, forse maggio.
Stiamo seguendo il sentiero per andare in un posto, forse una radura, ma non abbiamo nessuna fretta e ci godiamo le sensazioni che il bosco comunica.
Siamo felici, passeggiamo tenendoci la mano chiacchierando e ridacchiando tra di noi.
Mi sembra di essere in un luogo perfetto, non vorrei essere da nessuna altra parte, sento di appartenere a questo luogo, e inoltre l'essere con mio fratello mi fa sentire completa.

3 sogno:
Sono con mio marito in una stanza d'albergo al centro di Trieste.
L'albergo (che non esiste) si trova nel punto in cui ho fatto le scuole elementari.
Assieme a noi c'è anche la nostra gattina Myhriss con i suoi 4 piccoli nati la settimana scorsa.
Come facciamo a casa appoggiamo la cuccetta a forma di casetta morbida sul letto, così possono dormire con noi pur essendo circondati da pareti morbide e i piccoli non cadono giù.
Scopro un passaggio segreto spostando un quadro sulla parete accanto al mio lato del letto: ho una paura terribile che lo usino i ladri per rapirci i gattini!!!

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 6 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Apr 06, 2010 10:36 am

1 sogno:
Sono ancora con mio fratello nel bosco del sogno della notte precedente (sogno 2) sullo stesso sentiero.
Stiamo ancora camminando tenendoci per mano.
A un certo punto si fa sera e arriviamo nel luogo dove porta il sentiero serpeggiante.
Davanti a noi si innalza una scalinata enorme in alabastro, è bianchissima e rilucente.
La scalinata è alta ma non immensa, oserei dire che è più larga che alta, ciò infonde un senso di sicurezza e di stabilità, i gradini da fare saranno al massimo una cinquantina.
La base, al contrario, è larghissima, se gli scalini saranno al massimo 50 la largezza della scalinata sarà di almeno una cinquantina di metri.
Sulla cima della scalinata si vede un piano, sempre di alabastro bianco, è vuoto tranne che per una sorta di portale in pietra.
Ricorda un po' un incrocio tra due colonne con un arco sopra, e un dolmen.
Assomiglia molto alla "portara" dell'isola di Naxos, però bianca in alabastro e rilucente.
Io e mio fratello saliamo, sempre tenendoci per mano e arriviamo davanti a questa sorta di portale.
Ci fermiamo proprio davanti ad esso.
Io osservo il cielo, la luna è piena e quasi allo zenith rispetto al punto in cui siamo noi.
Mio fratello mi stringe ancora di più la mano (la mia mano destra è nella sua sinistra) per farmi coraggio ed infondermi sicurezza e protezione, mi rendo conto che lui sa cosa siamo venuti a fare anche se io non ne ho la più pallida idea.
La luna piena diventa esattamente perpendicolare a noi e i suoi raggi ci illuminano davanti al portale.
Come succede questo ho una visione.
Vedo io e mio fratello che combattiamo assieme contro un nemico potentissimo.
Siamo soli ad affrontarlo, è davvero impressionante.
Il nemico è una cosa enorme e fortissima, lo vedo ma non riesco a descriverlo perchè la sua forma mi sfugge, è qualcosa che va oltre la comprensione umana.
Mi da però un senso di inadeguatezza totale: non posso farcela contro quella cosa, anche se sono con mio fratello e anche se mio fratello è molto più forte di me.
A un certo punto però mi rendo conto di averlo già fatto: l'abbiamo già affrontato, è una visione del passato.
Ma la cosa assurda è che è anche una visione del futuro: è come se il tempo non avesse senso, l'abbiamo già affrontato e dobbiamo ancora affrontarlo nello stesso momento.

2 sogno:
Sono con mio fratello, non ricordo dove ma stiamo parlando.
Non ricordo nulla di quello che ci siamo detti.

3 sogno:
Sono in un aereoporto dove arrivano e partono i voli aerei che vanno alle isole tropicali del Polo Nord (che non esistono ma che sogno spessissimo).
A un certo punto in tutto questo casino vedo il pilota della serie Lost che avrebbe dovuto pilotare il volo Oceanic 815, Frank Lapidus.
Sta facendo del volantinaggio.
Vicino a lui c'è un bambino delle elementari, capisco che è suo figlio.
Noto che il bambino è un abile borseggiatore ed allegerisce la gente senza che nessuno se ne accorga.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Notti del 5-6 Aprile

Messaggio  Hell Kaiser il Mar Apr 06, 2010 10:56 am

5 Aprile:

Sogno il mio nipotino di 2 anni, nel sogno parla fluentemente 8nella realtà ancora non ci riesce) e mi chiede informazioni su vari malanni dell'intestino e altre cose.


6 Aprile

Faccio sogni ripetuti basati sull'anime "the Mythical Detective Loki - Ragnarok", devo fare delle missioni assieme a Heimdall e Freyr per facilitare Freya nel suo compito (che ci sia un'interconnessione tra il mio e quello di Brynn?), non ricordo che genere di missioni erano, mi ricordo solo che c'entravano dei triangoli. Ad un cero punto della notte ho svegliato mia moglie e le ho detto "ricordati A24, ti sarà utile".

Faccio anche un altro sogno ma ora come ora non me lo ricordo.

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Diario dei sogni

Messaggio  Brynn Andersen il Mar Apr 06, 2010 11:37 am

Hell Kaiser ha scritto:5 Aprile:

Faccio sogni ripetuti basati sull'anime "the Mythical Detective Loki - Ragnarok", devo fare delle missioni assieme a Heimdall e Freyr per facilitare Freya nel suo compito (che ci sia un'interconnessione tra il mio e quello di Brynn?)

lol mi sa che avevi ragione ^^
ci stiamo guardando quest'anime da un paio di giorni, l'ho trovato in rete dopo che mi sono accorta di sognare per archetipi di mitologia nordica
quando ne ho proposto la visione mio marito mi ha detto:
"Ma tu sei sicura con i sogni che fai di voler vedere quest'anime? Non credo faccia bene per la tua sanità mentale :p"
Da notare il dialogo notturno tra me e mio marito mezzi addormentati:
Mi sveglia in dormiveglia alla fine del primo sogno e mi fa:
"Amore, stai combattendo?"
"Si, cioè circa... in realtà ho appena avuto una visione di un combattimento. Tu come lo sai?"
"Stavo sognando di essere con Heimdall e Freyr, ma avevano l'aspetto di quelli dell'anime, stavamo cercando delle cose da riunire e ogni volta che ne trovavamo una sentivo la tua voce, sospiravi, capivo che ti stavo aiutando."
"Com'era il fratellone?"
"Imbranato, come al solito."
"Mio fratello non è imbranato!!!"
"Si che lo è, tu lo idealizzi perchè gli vuoi troppo bene e non ne vedi i difetti, nell'anime lo hanno rappresentato perfettamente, tuo fratello è proprio così."
"Non è vero!"
"Senti, ricordati A-24"
"Che cavolo è A-24?"
"Un indizio che potrebbe esserti utile, non ho idea di cosa sia. Adesso torno da quei due. ZzzZZZz"
O_o'

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 7 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Mer Apr 07, 2010 10:08 am

1 sogno:
(il sogno di oggi è un bel frappè che ha mixato la mia mente malata utilizzando come ingredienti la tipologia dei sogni precedenti, l'anime Matantei Loki Ragnarok che in questi giorni stiamo guardando facendo full immersion,
4-5 episodi a serata, e il sogno di ieri fatto da mio marito ^^)
Sono con mio marito, mio fratello, Thor ed Heimdall.
Mio marito è quello reale, mio fratello è quello dei sogni precedenti, Thor è un incrocio tra il Thor del 1 sogno del 30 marzo 2010 e quello dell'anime Matantei Loki Ragnarok, Heimdall è quello dell'anime.
Siamo a casa di Thor, lui sta combattendo in giardino scagliando fulmini contro un nemico, il nemico è reale ma non è difficile batterlo, così fa tutto da solo utilizzando la cosa come allenamento.
Noi altri siamo seduti dentro e stiamo cazzeggiando.
A quanto ho capito dovrebbe essere una sorta di riunione ma prendiamo la cosa con molta calma oziando e grattandoci.
Io sono seduta tra mio marito e mio fratello: mio marito a sinistra, mio fratello alla mia destra.
Mi sembra che vadano abbastanza d'accordo, più che altro non si considerano l'un l'altro.
Heimdall è scazzato.
Thor rientra dal giardino e dice a mio marito indicandomi:
"Guarda che sta cominciando a ricordare, devi essere paziente con lei."
Nel sogno capisco che il senso della frase è: lei ti sembrerà sempre più matta, dirà e farà cose strane e sarà sempre peggio perchè il cambiamento sarà veloce, ma non devi lasciarla, devi starle accanto, confortarla ed aiutarla.
A quel punto ho una visione: vedo mio padre che entra in una gioielleria e dice alla commessa:
"Ho scoperto che mia figlia fa parte delle valchirie, voglio regalarle qualcosa fatto in ambra."
La commessa dice a mio padre:
"Questo è un bel problema."
Nel sogno non capisco se il problema sono le valchirie o il fatto che in negozio non hanno niente in ambra.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte dell' 8 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Gio Apr 08, 2010 9:46 am

1 sogno:
Sono con mio fratello, stiamo combattendo contro un nemico.
Il nemico ha l'aspetto di una di quelle amebe giganti dal corpo gelatinoso che abbiamo affrontato negli ultimi sogni.
Siamo in una piana verdeggiante.
Colpiamo ripetutamente il nemico e a un certo punto succede una cosa strana.
L'ameba gigante scompare: non l'abbiamo sconfitta, scompare e basta.
Subito dopo il mondo attorno inizia a vacillare.
Io mi sento improvvisamente debolissima, mi gira la testa e cado a terra come se stessi per perdere i sensi.
Mio fratello si precipita da me, si inginocchia a terra e mi sorregge tenendomi tra le braccia.
Mi chiede:
"Stai bene sorellina? Cosa sta succedendo?"
Io gli rispondo confusa:
"Non lo so, il mondo attorno ha iniziato a vacillare e ho perso le forze, mi sento svenire. E' una sensazione strana, è come se questa realtà mi stesse improvvisamente respingendo, non mi era mai successo. E' come se il mondo attorno a me mi stesse buttando fuori contro la mia volontà, come se mi stesse espellendo. Ho paura, aiutami ti prego fratellone."
Mio fratello mi tiene ancora più stretta dandomi una sensazione di conforto, ma lo vedo preoccupato e pensieroso come me, capisco che sta pensando che una cosa simile non sia normale.
Il mondo attorno vortica e vacilla ancora di più, mio fratello è l'unica cosa stabile.
A un certo punto il mondo attorno sparisce del tutto e quando resto sola con mio fratello in un posto pieno di "vuoto nero" inizio a dissolvermi e a sparire mentre lui continua a tenermi stretta.
Poi mi sento precipitare in un vortice grigio-nero e mi rendo conto che sto per svegliarmi.
Durante la caduta penso:
"Che ore saranno?"
E visualizzo il display del mio cellulare che segna le 23.45.
Mi sveglio ancora traumatizzata per l'evento imprevisto e accendo subito la luce prendendo il cellulare posto sul comodino.
Lo accendo inserendo il codice, e il display dell'ora segna esattamente le 23.45 O_o'

2 sogno:
Sono di nuovo con mio fratello nel posto del sogno precedente e stiamo combattendo contro lo stesso nemico di prima. Stavolta però non ci sono strane sorprese.

3 sogno:
Sono con alcuni personaggi dell'anime Yu-Gi-Oh, precisamente quelli della serie classica.
C'è Tristan che ci sta provando con Serenity, mentre Joey decide di buttarsi in politica
e candidarsi con la Lega Nord.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Notte dell'8 aprile

Messaggio  Hell Kaiser il Gio Apr 08, 2010 10:12 am

Unico sogno:

Son alle prese con l'organizzazione di una squadra di calcio del mio ufficio, tra i cui membri però c'è anche il fratello di Brynn Smile

Hell Kaiser

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 01.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 9 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Ven Apr 09, 2010 10:57 am

1 sogno:
Sono con mio fratello e stiamo combattendo contro dei nemici, non ricordo nient'altro.

2 sogno:
Sono in una città che non conosco.
E' moderna ma ha anche delle belle parti verdi e naturali.
E' sul mare, il mare è stupendissimo ^^
La città è costruita a diverse altezze, come Trieste, ci sono molte colline.
Sono su uno dei colli più alti, al belvedere, è l'alba, voglio osservare il sorgere del sole che illumina il mare.
Dal belvedere si vede anche una costruzione enorme, so che è qualcosa di scientificamente avanzato preposto all'energizzazione: forse una centrale nucleare, non lo so con precisione, ma so che alimenta la città.
Per molti abitanti quello è il posto di lavoro.
Al belvedere c'è tanta gente, alcuni sono là per vedere l'alba, altri stanno smaltendo la sbronza della notte precedente e non sono andati a dormire.
Accanto a me c'è un extracomunitario, credo arabo, completamente ubriaco.
Capisco che anche lui come altri lavora alla centrale.
Mi giro per osservarla di nuovo e vedo che da essa inizia a diffondersi una nube tossica completamente nera, capisco che c'è stato un incidente.
Penso:
"Oh merda, bisogna agire subito."
Non avverto gli altri, non me ne importa nulla anche se se ne accorgeranno quando sarà troppo tardi per scappare, l'importante è mettere in salvo me stessa, gli altri mi solo ostacolerebbero nella fuga,
però non so per quale motivo scuoto l'arabo ubriaco, gli indico la nube, lo prendo per mano abbastanza seccata e inizio a scappare verso il mare tirandomelo dietro più velocemente che posso.
L'arabo non capisce bene quello che succede, è ancora completamente sbronzo, però si rende conto della nube tossica e per fortuna capisce che deve correre.
Siamo a tre quarti della collina, la gente inizia ad accorgersi della cosa perchè la nube è diventata enorme e inizia a fare vittime in quanto si è espansa sopra la città nel punto in cui noi eravamo noi prima.
Io continuo a correre tirandomi dietro l'arabo ubriaco.
A un certo punto mi dice:
"Perchè andiamo di qua? La gente corre nella direzione opposta, così la nube ci raggiungerà."
La domanda mi pare davvero stupida, comunque gli rispondo con stizza continuando a trascinarmelo dietro:
"Se la gente è idiota non è un buon motivo per seguirla, di qua la strada è sgombra, di là la gente rimarrà bloccata dalla folla, e anche se è convinta di correre in direzione opposta alla nube sarà la sua fine.
Noi stiamo andando al mare, sul mare c'è il vento e posso controllarne l'intensità e la direzione al fine di ostacolare l'espansione della nube e circoscriverla in una determinata zona, è l'unica nostra salvezza."
Continuo a correre e arriviamo al mare.
A parte noi non c'è nessuno, vedo una bella barca a vela ormeggiata
e ci salto sopra portandomi dietro l'arabo.
Inizio a sciogliere freneticamente gli ormeggi mentre mi dice sconvolto:
"Stai rubando una barca? E' illegale!!!"
Gli sorrido sarcastica dicendo:
"Tanto mi sa che il proprietario non ne avrà più bisogno."
Dopo aver sciolto gli ormeggi isso la vela e mi piazzo al timone, vedo che iniziamo a muoverci,
seguo la direzione del vento.
L'arabo mi chiede:
"Come fai a sapere come si naviga?"
Io gli rispondo:
"Me l'ha insegnato mio fratello tanto tempo fa, lui ha una barca fighissima."

3 sogno:
Sono di nuovo una studentessa delle scuole superiori, in un liceo che nella realtà non conosco.
Il pomeriggio è organizzato come i licei giapponesi, con i club ^^
Sfoglio un volantino per vedere che club ci sono e a quale potrei iscrivermi e vedo con mia somma felicità che c'è il club delle arti magiche!!!
Inizio a chiederre informazioni a vari studenti e studentesse più grandi di me e da quello che capisco pensano che il club abbia qualcosa di losco.
Ciò però non basta a fermarmi e mi presento alla prima riunione.
Gli studenti che vorrebbero iscriversi sono solo una manciata me compresa, accanto a me c'è Susanna, una mia ex compagna di classe delle elementari.
Entro tutta titubante perchè le voci che girano mi hanno messa a disagio, ma la curiosità è forte.
Le due insegnanti che seguono le attività del club studentesco sono due signore sulla cinquantina.
Mi dicono che per essere ammessa devo prima superare una prova, e così mi portano in sala cinema, sono con Susanna, mi siedo accanto a lei.
Iniziano a proiettare dei filmati caotici al limite della follia pieni zeppi di messaggi subliminali (tipo il video del Progetto Dharma di Lost), vengo bombardata da immagini, sensazioni, suoni frasi...
A un certo punto scapotto e inizio a ricordare delle scena di tortura messe in atto dalla Santa Inquisizione, hanno torturato anche me, scoppio a singhiozzare e dico:
"Fratellone, aiutami ti prego."
Il video finalmente finisce, supero lo stato di shock, ricaccio le lacrime e cerco di riprendermi.
Le due insegnanti dicono che per oggi è tutto e ci comunicheranno se abbiamo o meno passato la prova.
Fingo di uscire ma in realtà resto dentro e le seguo nell'ombra senza farmi beccare.
Entrano in una stanzetta, si siedono e iniziano a parlare tra di loro, per fortuna non hanno chiuso la porta così posso sentire tutto.
Capisco che mentre osservavamo il filmato ci hanno osservato e hanno fatto delle rilevazioni, anche se non so di che tipo.
Il dialogo che sento è questo, capisco che parlano di me:
"Hai capito chi è capace di invocare la ragazza bionda?"
"Si, non credevo ci fosse al mondo qualcuno che potesse farlo."
"E' un'entità potentissima."
"E anche antichissima."
"Tuttavia, quei due non ci sono di nessun aiuto."
"Già, combattono sempre assieme ma seguono solo i loro istinti e i loro interessi."
"Non concedono il loro aiuto nemmeno se si tratta di una buona causa."
"Per loro l'etica umana è qualcosa di sconosciuto, per certi versi la aborriscono."

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 10 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Sab Apr 10, 2010 11:28 am

1 sogno:
Sono con mio fratello sospesa in aria in uno spazio infinito di colore blu-violetto, attorno a noi si vedono galleggiare stelle, pianeti, galassie, meteoriti e altre cose che non so definire.
Ci teniamo per mano fluttuando, e di fronte a noi c'è un portale.
E' bianco e ha la forma del contorno di una porta.
Attorno ci sono anche dei fregi in rilievo in stile liberty, tipo fiori e foglie, i fregi sono color avorio.
Siamo là per attraversare il portale.
Come stiamo per farlo però mi blocco perchè inizio a sentire una sorta di rumori ripetuti che riconosco, capisco che non è la prima volta che succede, c'è qualcuno o qualcosa che si sta introducendo a forza.
(Notare che questi rumori ritmici e sempre uguali sono ricorrenti in moltissimi miei sogni-incubi, riconosco la cadenza e la sequenza e ogni volta preannunciano l'intrusione di qualcuno, indipendentemente dal tipo di sogno, sono esperienze oniriche che faccio da quando ero piccola).
Sono quindi estremamente all'erta, e a un certo punto sento provenire da dappertutto la risata cattiva di una donna.
La visualizzo: è di forma umana ma ha la pelle blu e i capelli lunghi e neri.
Prendo uno spavento incredibile e blocco mio fratello stringendogli a forza la mano, sto per avvisarlo di non entrare nel portale, ci hanno teso una trappola, solo che come sto per avvisarlo mi risveglio sul letto ansimante, tremante come una foglia e col cuore che batte all'impazzata.
Quindi, ancora scossa mi alzo ed esco dalla stanza, sento la necessità di raccontare l'incubo a mio marito che è giù in taverna a giocare a Final Fantasy, non so perchè ma mi sembra necessario che lo ascolti.
Mi rendo conto di essere estremamente debole, è come se non fossi "completamente là".
Non sono sonnambula però, sono sveglia, e non è nemmeno come in quei sogni che ho fatto diverse volte dove mantenevo il contatto con l'onirico stando sia di qua che di là e vedendo due posti contemporaneamente.
Sono sveglia, ma mi sento incompleta e svuotata, è come se avessi lasciato nel sogno una sorta di eco o riverbero di me stessa che però pian piano sta ritornando nel mio corpo.
Racconto il sogno a mio marito e gli dico:
"Avevo la sensazione che tu dovessi asolutamente saperlo."
Mio marito mi risponde:
"Il mio amore mi ha preso per il suo save point."
Gli dico:
"Sono preoccupata per mio fratello, non sono riuscita a dirgli che era una trappola, non entrerà nel portale senza di me vero? Mi sento in colpa per essermi svegliata anche se non è stato voluto."
Mio marito ci pensa e replica:
"Quell'imbranato potrebbe dire: Entro senza la mia sorellina, tanto sono sgravo!!! Bhe, adesso hai salvato, torna a dormire e vai a dargli una mano."
"Mio fratello non è imbranato, ed è anche molto intelligente, non farebbe mai una cosa così sciocca."
"Tu torna a dormire che non si sa mai."

Torno a dormire e poi per tutta la notte faccio incubi sfuggenti, sono abbastanza scossa anche stamattina Sad

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte dell'11 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Dom Apr 11, 2010 11:38 am

1 sogno:
Sono con mio fratello nella solita piana.
Stiamo combattendo contro numerosi nemici, mi sembra che il sogno vada avanti tutta la notte, sono sfinita.

2 sogno:
Sono nel residence dove abita mio padre e dove ho abitato anch'io da piccola e da adolescente.
Sono nei giardini con le mie amiche vicine di casa che conosco dai tempi delle elementari.
I giardini sono uguali alla realtà solo che nel sogno è pieno di piscine bellissime e grandissime,
tutte collegate tra loro (nella realtà ve ne è una sola e molto semplice).
E' sera, stiamo rilassandoci in piscina sguazzando e chiacchierando, con me ci sono le mie amiche Barbara, Katia, Vanessa e Micaela.
Il cielo è pieno di stelle bellissime, si vede anche la galassia.
Mentre guardiamo il cielo iniziamo a vedere una pioggia di stelle cadenti.
E' estate, è normale che ci sia, la cosa è davvero stupenda, le guardiamo incantate.
A un certo punto iniziano anche i fuochi d'artificio.
Poi, nuotando sott'acqua arrivano da noi 2 sirene.
Emergono e notiamo che una è una sirena dall'aspetto di una bambina di 6 anni,
l'altra invece, di età è una ragazza come noi nel sogno.
La sirena grande ci dice che è venuta qua con le sue amiche a fare un bagno, più avanti è pieno di sirene.
Dice anche che noi non crediamo in loro e i pochi che ci credono pensano che siano rarissime, quasi estinte, ma non è vero, la loro popolazione negli oceani e sulla terra è enorme.
Solo che quando sono fuori dall'acqua assumono un aspetto uguale identico a quello umano, la coda di pesce viene loro solo in acqua e solo se loro lo vogliono, quindi è impossibile riconoscerle anche al mare se fingono di essere umane in tutto e per tutto.
Ci dice anche che alcune delle navi spaziali che solcano i nostri cieli appartengono alla loro gente, loro sono originarie di un altro pianeta.
A quel punto mio padre si affaccia alla finestra, mi chiama e mi dice di venire a casa perchè sta iniziando il film "La Bussola d'Oro".
Io gli replico che vorrei restare giù ancora un po', non capita tutti i giorni di passare una serata così bella in acqua con le amiche, le stelle cadenti, i fuochi d'artificio e le sirene.
Mio papà replica che secondo lui invece è meglio che torni a casa poichè a suo avviso devo assolutamente vedere questo film.

3 sogno:
Non ricordo praticamente nulla di questo sogno, a parte il fatto che c'è Zane Truesdale (un personaggio del manga e anime Yu-Gi-Oh! GX).
E' un figo pazzesco, estremamente affascinante e magnetico, nel sogno ne sono completamente innamorata e totalmente sedotta, mi piace un casino ^^

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

notte del 12 aprile 2010

Messaggio  Brynn Andersen il Lun Apr 12, 2010 6:25 pm

1 sogno:
Sono a casa di mia nonna, a un certo punto suona il campanello e apro la porta a una donna bionda in tuta con la coda, è un agente immobiliare.
Mentre faccio entrare la signora, vedo un gruppo di adolescenti chiassosi che salgono le scale, credo vadano da qualche amico nel condominio.
Discuto con la signora della vendita della casa (notare che mia nonna era in affitto).
La signora mi dice che per la vendita dovrei chiedere molto di più, in quanto devo avere da parte un gruzzoletto poichè per mantenere una casa si spendono in media 8000 euro l'anno, e secondo lei la mia attuale casa avrebbe bisogno di manutenzione e ristrutturazione in quanto è stata costruita male, è tenuta male e cade a pezzi.

2 sogno:
Sono con mio marito in un bar che è anche un'agenzia viaggi.
Stiamo cercando un bell'hotel per le nostre vacanze a Naxos.
Sfogliamo il catalogo bevendo un caffè, il catalogo è di quelli classici ma ha anche in aggiunta le foto fatte dai clienti nelle strutture.
A un certo punto notiamo che qualche cliente si è fregato qualche foto.

3 sogno:
Sono in biblioteca civica e sto facendo delle ricerche storiche per fare un favore a qualcuno.
Sto indagando sul periodo della Germania Nazista e finalmente trovo quello che cercavo:
la foto d'epoca di tre o quattro (non ricordo) megere morte in un disastro aereo.
Ufficialmente è stato un incidente, ma dal materiale che trovo si capisce chiaramente che l'aereo è stato fatto esplodere per ammazzarle.
So però che nessuno lo saprà mai in quanto le tipe ufficialmente erno delle normali casalinghe.
Se si ipotizzasse un sabotaggio lo si potrebbe pensare fatto per uccidere altre personalità che erano su quell'aereo, però io so che l'obiettivo erano invece quelle tizie là.
Le osservo: sono le classiche donne dell'epoca, robuste, vestite secondo quella moda orribile, con i capelli corti, la permanente e il viso inespressivo, tra di loro si assomigliano molto ma non so se è perchè sono imparentate o a causa dell'orribile look.

4 sogno:
L'ambientazione è Trieste, ma è diversa dalla realtà, è la mia Trieste Onirica.
Dopo Miramare lungo la costiera parte un sentiero in terra battuta, si vede un mare bellissimo.
Il sentiero porta ad una grotta dove ci sono degli alieni nemici.
Questo sentiero è percorso da mia madre, un altro uomo che non so chi sia
e una tizia vestita stile "figlia dei fiori".
La cosa assurda è che mia madre nel sogno è incinta di me, sono nella sua pancia, ma ho come la sensazione che non sia lei mia madre ma l'altra tipa: infatti mi assomiglia in modo pazzesco.
Osservando la scena scarto subito quest'idea in quanto anche se mia madre avesse fatto l'inseminazione in vitro con ovulo non suo non si spiegherebbero alcune cose: è vero che non assomiglio per niente a mia madre, ma assomiglio moltissimo a mia nonna materna, quindi la cosa non è possibile.
Eppure la sensazione permane.
I tre si stanno dirigendo verso questa grotta per fare qualcosa, un sabotaggio credo.
So che la tipa vestita da figlia dei fiori è essa stessa un'aliena, ma di un altro tipo di quelli che vogliono sabotare: hanno infatti aspetto umano al contrario dei nemici e sanno utilizzare la magia, al contrario dell'altra razza che è puramente tecnologica.
L'altra donna a un certo punto accusa mia madre di aver "perso" il primo figlio, il maschio.
Nel sogno non capisco se il termine "perso" stia per "aborto spontaneo" o per "smarrito" la cosa non mi è chiara.
Mia madre replica che non è stata colpa sua ma è stata colpa degli alieni.
La tizia figlia dei fiori afferma invece che è successo tutto per colpa sua poichè non è stata abbastanza attenta.
In quel momento ho la visione di un feto o di un neonato, non capisco bene, l'unica cosa sicura è che ha gli occhi verdi (cosa assurda perchè i bambini piccoli hanno tutti gli occhi azzurri all'inizio).
I tre arrivano in questa grotta ed entrano, gli alieni nemici non si vedono mai ma i cunicoli sono disseminati da robottini e dispositivi meccanici di sorveglianza.

Brynn Andersen

Messaggi : 439
Data d'iscrizione : 11.02.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Diario dei sogni

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 17 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10 ... 17  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum